Business | Articoli

Amazon: 3 nuovi centri e oltre 1300 assunzioni

28 Luglio 2016
Amazon: 3 nuovi centri e oltre 1300 assunzioni

Aprono in Italia 3 nuovi hub di Amazon, previste oltre 1300 assunzioni, con numerosi profili. 

Sono tre i centri Amazon previsti in Italia nel prossimo futuro. Il successo del portale di acquisto più importante del mondo ha portato difatti l’azienda a sviluppare anche in Italia un nuovo hub che si concretizzerà nei due centri di Torino e nel centro di Rieti (Fara Sabina, per la precisione Passo Corese). Quest’ultimo sarà il più grande d’Italia, dopo Piacenza.

L’investimento complessivo di 500milioni preannuncia una campagna di assunzioni di massimo interesse. Oltre 1300 persone saranno difatti assunte dal colosso dell’e-commerce. Ecco dove

Assunzioni Amazon a Rieti

Amazon a Rieti, a due passi da Roma: 1200 dipendenti sono richieste numerose figure professionali, tra le quali spiccano quelle collegate naturalmente alla logistica, dunque:

  • responsabili di logistica,
  • tecnici,
  • ingegneri,
  • figure specializzate in sicurezza e controllo di qualità,
  • amministrativi,
  • esperti in risorse umane

Per candidarsi è necessario inserire il proprio CV su amazon.jobs/it.

Assunzioni Amazon ad Avigliana

Amazon ad Avigliana: il nuovo polo di smistamento di Avigliaan, sarà piuttosto piccolo, ma acquisirà pur sempre 100 unità di personale. Le assunzioni previste per il momento sono 100, e partiranno dal prossimo autunno.

Assunzioni Amazon a Torino

Amazon a Torino aprirà invece un polo di ricerca e sviluppo sul campo dell’intelligenza artificiale. Per questa ragione nel prossimo autunno-inverno si prevede l’assunzione di un discreto numero di ricercatori e di profili specializzati. Nella selezione l’azienda avrà vita facile, stante l’ampio bacino disponibile con il polo tecnico universitario della città: “Abbiamo scelto Torino perchè ha un’università d’eccellenza – ha spiegato Jeff Bezos a Repubblica – questo è il vero motivo: stare dove si sfornano i talenti che ci servono, e poi è vicina a Milano”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube