Business | Articoli

Fisco: 280mila lettere in arrivo, cosa fare

30 Luglio 2016
Fisco: 280mila lettere in arrivo, cosa fare

280mila avvisi di controllo su errori e dimenticanze nei redditi. Ecco l’ultimo controllo dell’Agenzia, a chi è indirizzato e entro quando rispondere? 

Sono ben 280mila gli avvisi inviati in questi giorni dal Fisco per informare i cittadini su possibili errori o dimenticanze nei redditi dichiarati.

Le comunicazioni sono state inviate nei mesi di maggio, giugno e primi giorni di luglio. Ecco i dettagli, chi riguardano ed entro quando è necessario rispondere.

Fisco: 280mila comunicazioni prima di andare in vacanza

Abbiamo avuto modo di dire come l’Agenzia abbia avviato un processo di avvicinamento al contribuente che si concretizza nel mese di agosto con l’interruzione di tutti i processi di pagamento dall’1 al 20 (leggi Ad agosto si va in vacanza: ecco le proroghe del Fisco).

Questo tuttavia non ha fermato le procedure amministrative degli ultimi mesi, per cui da maggio in poi numerosi contribuenti si sono visti recapitare richieste di chiarimento relative ai redditi percepiti, corredate dal suggerimento di operare attraverso il ravvedimento una correzione di quanto versato.

Le comunicazioni hanno riguardato:

  • i soggetti che gestiscono apparecchi che distribuiscono vincite in denaro per il periodo d’imposta 2011;
  • varie tipologie di reddito, per il periodo d’imposta 2012,
  • i dati degli studi di settore presentati dai contribuenti per il triennio 2012-2014;
  • anomalie rilevate a seguito di attività istruttoria esterna.

Se si è ricevuta la comunicazione dell’Agenzia: cosa fare.

L’agenzia sottolinea nel suo comunicato di qualche giorno fa che nel caso si sia ricevuta la comunicazione si hanno due strade:

  • se si ritiene che ha ragione il Fisco, deve regolarizzare la propria posizione, in questo caso beneficiando della riduzione delle sanzioni prevista dal nuovo ravvedimento operoso;
  • se si ritiene di avere ragione deve fornire la documentazione a sostegno della propria posizione e, nel caso, evitare che l’anomalia si traduca in futuro in un avviso di accertamento vero e proprio.

La risposta può essere fornita anche in questo caso nel mese di settembre.

Naturalmente è possibile richiedere chiarimenti rispetto alla propria posizione seguendo le metodologie tradizionali di contatto, tramite mail, telefono o raggiungendo gli uffici territoriali dell’Agenzia.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube