Business | Articoli

Banca Etica: finanziamenti per 11 milioni nel Sud Italia

13 Agosto 2016 | Autore:
Banca Etica: finanziamenti per 11 milioni nel Sud Italia

Banca Popolare Etica in collaborazione con FEI, Regione Campania e Sicilia, ha finanziato con fondi Jeremie circa 140 imprese negli ultimi anni

Pochi giorni fa abbiamo parlato delle banche etiche e dei principi su cui tale tipologia di intermediario si fondano, guardando ad un modo diverso di intendere il sistema bancario e la finanza. Si parla infatti di finanza etica, intendendo così un modo di gestire finanziamenti ed investimenti improntati a criteri e valori etici.

Come sottolineato nei precedenti articoli, i risultati ottenuti negli anni da queste esperienze sono decisamente rilevanti: c’è anche un po’ di Italia, con l’unica banca etica presente nel nostro paese, Banca Popolare Etica ed i suoi risultati.

Banca Popolare Etica punta sul Sud: 11 milioni all’economia solidale

Banca Popolare Etica ha puntato sul Mezzogiorno, erogando dal luglio 2013 ad oggi circa 11 milioni di euro in finanziamenti a tassi agevolati, rivolti ad imprese operative nel sociale con sede in Campania e Sicilia.

Banca popolare etica, Regione Campania, Regione Sicilia e il Fondo Europeo investimenti insieme per sfruttare i Fondi Jeremie

L’erogazione di questi finanziamenti rientra nelle iniziative nate per sfruttare il Fondo Jeremie (acronimo che sta per Joint European Resources for Micro to Medium Enterprises – Risorse europee congiunte per le micro e medie imprese), uno dei principali “sostegni speciali” elaborati dalla Commissione Europea in collaborazione con il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI).

La Regione Campania e la Regione Sicilia, in collaborazione con il Fondo europeo per gli investimenti, hanno colto le opportunità date dal Fondo Jeremie per le piccole e medie imprese: grazie alle erogazioni di Banca Popolare Etica sono state così finanziate 139 imprese sociali, 57 campane e 82 siciliane, facendo leva su tassi di interesse agevolati.

Una collaborazione importante, dunque, tra gli enti pubblici e l’istituto di credito per sfruttare al meglio l’ennesima opportunità concessa dall’Unione Europea, resa possibile, come ci tiene a specificare Banca Etica sul proprio sito, anche grazie ai partner che si sono occupati di diffondere il progetto e selezionare i partecipanti; tra questi: Microfinanza srl, Impact HUB Siracusa e Sol.Co Catania.

Che tipo di attività sono state finanziate da Banca etica?

Le attività finanziate sono state di varia natura: registrazioni di brevetti, acquisti di macchinari, impianti e attrezzature,  spese di ricerca ma anche incrementi del capitale circolante delle imprese.

Ecco i dati relativi ai finanziamenti concessi

In Campania sono state 57 le imprese finanziate, con 6.269.741 euro complessivamente erogati e 012.634,24 euro di risorse Jeremie utilizzate.

Per la Sicilia sono 82 le imprese, 4.685.615 euro erogati e 2.717.656,00 euro di risorse Jeremie utilizzate.

Un esempio di efficienza per il Sud che vuole crescere, puntando sull’economia reale e che si fa forte dell’appoggio di un intermediario come Banca Etica.

Ugo Biggeri, presidente di Banca Popolare Etica, è soddisfatto delle sinergie create

Soddisfatto il Presidente di Banca Etica, Ugo Biggeri, che in una nota sottolinea come Banca Popolare continui ad “investire nell’economia reale e solidale del Mezzogiorno, dove risiede il 24% dei clienti finanziati” e come l’esperienza di Jeremie abbia manifestato la possibilità di lavorare in modo efficace e collaborativo con le istituzioni pubbliche, tramite partnership proficue.

Un esempio di come si possa svolgere attività bancaria improntata all’etica con risultati eccellenti, dando un’opportunità di crescita importante alle piccole e medie imprese del Mezzogiorno.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube