Business | Articoli

Agos Ducato: multa di 1,64 milioni da parte dell’Antitrust

11 Agosto 2016 | Autore:
Agos Ducato: multa di 1,64 milioni da parte dell’Antitrust

Pesante sanzione per la Agos Ducato: secondo l’Antitrust ha violato il codice del consumo. Ecco tutti i dettagli e cosa comporta la multa.

L’autorità antitrust ha sanzionato per un 1 milione e 640.000 euro la società finanziaria Agos Ducato, ritenendola responsabile di tre diverse violazioni del codice del consumo.

Pubblicità e pratiche commerciali ingannevoli ed aggressive: le tre violazioni della Agos Ducato al codice del consumo

Secondo l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) la società, controllata al 61 % dal Crèdite Agricole, è responsabile di aver posto in essere pubblicità e pratiche commerciali aggressive ed ingannevoli, violando il rapporto fiduciario con i consumatori.

In cosa sono consistite le informazioni ingannevoli date dalla AgosDucato?

Si parla in primo luogo di informazioni ingannevoli ed omissive diffuse nel rapporto con il consumatore, verificatesi soprattutto attraverso l’invio di lettere personali a clienti con cui la società aveva avuto rapporti di finanziamento in passato. Si proponevano offerte riservate, promettendo nuove liquidità a particolari condizioni economiche, dichiarate come migliorative ed inferiori rispetto a quelle sottoscritte in origine. Tutto normale, se non fosse che in realtà, secondo quanto verificato dall’Antitrust, tali offerte erano tutt’altro che veritiere: giunti in filiale al cliente venivano offerti tassi e rate superiori alle paventate aspettative, in alcuni casi, addirittura, peggiorate rispetto agli standard, con tassi aumentati del 20%.

Con Agos Ducato l’estinzione anticipata del debito è quasi impossibile

Altra pratica ritenuta aggressiva nei confronti del consumatore consisteva nel subordinare la anticipata estinzione del debito alla presentazione di documenti eccessivamente difficili da reperire, o, in altri casi, opponendo il verificarsi di determinate condizioni prima di fornire il conteggio estintivo.

I solleciti della AgosDucato sono troppo aggressivi

Se per estinguere anticipatamente il debito la procedura è abbastanza difficile, d’altra parte quando c’è da riscuotere con le proprie tempistiche la Agos, secondo l’Agcm, sollecita in modo fin troppo aggressivo, contattando i propri clienti con una frequenza fin troppo ravvicinata con chiamate, sms, mail e non solo: addirittura telegrami indirizzati a terzi a lui vicini, quali garanti e perfino datori di lavoro.

Condotte gravi, prontamente sanzionati dall’autorità proprio su segnalazione dei consumatori tramite le associazioni di categoria, che ancora una volta si sono rivelate fondamentali per l’interesse del consumatore, contraente debole.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA