Canone Rai: spostato il termine per l’autocertificazione al 16 maggio

21 Aprile 2016
Canone Rai: spostato il termine per l’autocertificazione al 16 maggio

Per inviare la dichiarazione di non possesso della televisione c’è qualche giorno in più.

Non più il 30 aprile e il 10 maggio per l’invio dell’autocertificazione di non detenzione della televisione: i contribuenti hanno più tempo per presentare la dichiarazione sostitutiva relativa al canone Rai. Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate di oggi, infatti, viene ufficialmente spostato al 16 maggio 2016 il termine entro cui comunicare al fisco che non si possiede una televisione. E ciò vale sia che si intenda farlo con la raccomandata a.r. che in via telematica. Lo ha reso noto, pochi minuti fa, la stessa Agenzia delle Entrate con un comunicato stampa arrivato in redazione.

In questo modo, i contribuenti possono presentare la dichiarazione in tempo utile per evitare l’addebito del canone Rai da parte delle imprese elettriche, a partire dal mese di luglio 2016, qualora abbiano i requisiti previsti dalla legge.

Il nuovo termine del 16 maggio vale solo per le dichiarazioni relative al 2016, mentre, dal 2017 in poi – e quindi una volta che il nuovo sistema sarà andato a regime – le scadenze vanno dal 1° luglio al 31 gennaio come abbiamo spiegato in “Canone Rai: le scadenze dal 2017”.

Il provvedimento pubblicato oggi aggiorna anche le istruzioni relative alla compilazione del modello di dichiarazione sostitutiva, per tenere conto dei chiarimenti sulla definizione di apparecchio televisivo contenuti nella nota n. 9668 del 20 aprile 2016 del Ministero dello Sviluppo Economico ai fini del canone di abbonamento alla televisione.

Il modello di dichiarazione sostitutiva e le istruzioni per la compilazione del modello, approvati con il provvedimento del 24 marzo 2016, vengono quindi sostituiti da quelli approvati con il nuovo provvedimento. Restano ovviamente valide le dichiarazioni di non detenzione già presentate.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Ma il pagamento della rai il bolletta non è stato bocciato dal Consiglio di stato. ma allora perchè fare queste inutili autocertificazioni che è solo presa per il c…da questi ladri statali?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube