Diritto e Fisco | Articoli

Occupazione abusiva demanio marittimo

23 Aprile 2016 | Autore:
Occupazione abusiva demanio marittimo

L’utilizzo di un immobile costruito abusivamente da altri sul demanio marittimo fa scattare ugualmente il reato di occupazione abusiva.

Commette il reato di occupazione abusiva di uno spazio demaniale marittimo anche chi prosegue nell’occupazione abusiva iniziata da altri soggetti. Lo ha ribadito la Corte di Cassazione in una recente sentenza [1].

Se ci si appropria e si esercita il possesso di un immobile costruito da altri illegalmente sul demanio marittimo, si è comunque sanzionabili per occupazione abusiva del suolo pubblico. Ciò in quanto la norma punisce l’occupazione senza titolo (senza cioè alcun tipo di concessione o autorizzazione), che ha come effetto quello di limitare o impedire la fruibilità di un’area demaniale. In queste circostanza non ha rilevanza quale soggetto abbia dato avvio alla violazione stessa e in quale momento.

Chiunque arbitrariamente occupa uno spazio del demanio marittimo o aeronautico o delle zone portuali della navigazione interna, ne impedisce l’uso pubblico o vi fa innovazioni non autorizzate, o non osserva i vincoli cui è assoggettata la proprietà privata nelle zone prossime al demanio marittimo od agli aeroporti, è punito con l’arresto fino a 6 mesi o con l’ammenda fino a euro 516,00, sempre che il fatto non costituisca un più grave reato.

Se la suddetta occupazione è effettuata con un veicolo, si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 103,00 a euro 619,00; in tal caso si può procedere alla immediata rimozione forzata del veicolo [2].

L’ipotesi di repressione dell’occupazione abusiva di un’area demaniale marittima [3]non prevede alcun limite temporale all’esercizio dei poteri di autotutela, tenuto anche conto che l’occupazione senza titolo di un’area demaniale marittima rappresenta un illecito permanente. Pertanto, la repressione costituisce esercizio del potere di polizia demaniale e non incontra limiti temporali in alcuna disposizione legislativa [4].


note

[1] Cass. sent. n. 14268 del 8.04.2016.

[2] Art. 1161 cod. nav.

[3] Prevista dall’art. 54 cod. nav.

[4] T.A.R. Catania (Sicilia), sent. 2894 del 15.12.2015.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube