Diritto e Fisco | Articoli

Come sapere se una persona ha immobili intestati

26 maggio 2016


Come sapere se una persona ha immobili intestati

> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 maggio 2016



La visura ipotecaria rilasciata dalla Conservatoria dei Registri immobiliari presso l’Ufficio del Territorio dell’Agenzia delle Entrate consente di sapere se un determinato soggetto è proprietario di case o terreni.

Per sapere se una persona ha intestato uno o più immobili è necessario effettuare una verifica presso la Conservatoria dei Registri immobiliari, oggi chiamata anche Ufficio del Territorio: con questo sistema, si può sapere facilmente, partendo dal nome e cognome e data di nascita del soggetto da ispezionare, quali case, terreni, appartamenti, ville e altri immobili ha intestato.

Come chiedere una visura ipotecaria in Conservatoria

L’accesso alla Conservatoria è aperto a chiunque: pertanto non ci sono limiti alla possibilità di conoscere quali e quanti sono gli immobili intestati a un determinato soggetto, anche se quest’ultimo è un estraneo che non ha alcun rapporto con il richiedente. Questo consente, ad esempio, al creditore o, addirittura, al semplice curioso di conoscere, in tempo reale ed a costi particolarmente bassi, tutte le proprietà immobiliari di qualsiasi cittadino. La condizione, ovviamente, è che l’immobile si trovi all’interno del territorio italiano.

Per conoscere tali dati è necessario richiedere una visura ipotecaria. Per prima cosa, dunque, bisogna recarsi presso la Conservatoria dei Registri immobiliari, oggi accorpata all’Ufficio del Territorio che, a sua volta, è un ufficio dell’Agenzia delle Entrate. Lì bisogna chiedere una visura ipotecaria. La visura ipotecaria svelerà se, ad esempio, il sig. Mario Rossi possiede una o più case, fabbricati, appartamenti, terreni, ville, ecc.

Per avere la visura è necessario fornire il nome, cognome, luogo e data di nascita del soggetto da ispezionare. Anche il codice fiscale potrebbe andare bene anche se, talvolta, può portare a informazioni sbagliate.

La Conservatoria dei Registri immobiliari è un registro aggiornato in tempi brevissimi grazie alla collaborazione dei notai i quali, ogni volta che effettuano un atto pubblico di trasferimento di un immobile, devono obbligatoriamente aggiornare la Conservatoria nel più breve tempo possibile.

Come sapere a chi è intestato un immobile

Sempre presso la Conservatoria dei Registri immobiliari è possibile procedere anche all’operazione inversa: ossia, partendo dagli estremi di un immobile (dati catastali) risalire al suo proprietario e a tutti gli atti che hanno riguardato detto immobile (ad esempio, trasferimenti, donazioni, ecc.), risalendo alle relativa parti (venditore/acquirente, donante/donatario, ecc.). Per conoscere tali dati è necessario, anche in questo caso, farsi rilasciare una visura ipotecaria. A tal fine, dunque, ci si dovrà recare presso l’Ufficio del Territorio dell’Agenzia delle Entrate e fornire i dati suddetti per il rilascio del documento. In particolare, per sapere se una determinata persona è proprietaria di un bene bisogna chiedere la “trascrizione a favore”; invece per sapere se tale bene è stato venduto, ed a chi, è necessario chiedere la “trascrizione contro”.

La certificazione sul nominativo del titolare di un immobile può essere fornita anche dall’ufficio del Catasto che, tuttavia, non è attendibile come la Conservatoria.

Quanto costa sapere se una persona ha intestato un immobile?

Quanto ai costi, questi ammontano a 7 euro per le ricerche sul nominativo. Invece, se la ricerca parte dall’immobile ed è volta a verificare chi sia il suo proprietà, il costo è di 5 euro per ogni formalità.

Approfondimenti

Come fare per avere la visura di un immobile

Come conoscere il proprietario di un immobile

Come fare a sapere a chi è intestato un immobile

Come fare una visura catastale online

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Beh, ma volendo ciò lo si può ottenere anche tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate, solo che non capisco perché lì invece lì sta scritto: “Attenzione: la banca cui stai per accedere contiene dati personali tutelati a norma del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.; L’uso improprio o eccessivo di dette informazioni è punibile ai sensi di legge”.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI