Diritto e Fisco | Articoli

Rinnovo patente scaduta da molti anni

1 Luglio 2016 | Autore:
Rinnovo patente scaduta da molti anni

È possibile rinnovare una patente scaduta da tanti anni oppure bisogna rifare gli esami?

La patente può essere sempre rinnovata, anche se è trascorso tanto tempo dalla sua scadenza. Tuttavia, dopo 3 anni [1], gli uffici della Motorizzazione possono (non devono [2])  disporre la revisione della patente [3] al fine di accertare se sussiste ancora l’idoneità fisica e le abilità teorico-pratiche richieste per condurre un veicolo.

La revisione della patente non scatta in automatico ogni qualvolta venga oltrepassato il limite dei tre anni dalla scadenza, ma  può essere eventualmente disposta solo dopo una valutazione caso per caso, tenendo conto anche delle motivazioni prospettate dal richiedente per giustificare il ritardo.

Il procedimento di revisione

La revisione della patente può essere disposta per verificare l’idoneità fisica (in tal caso il richiedente si deve sottoporre a visita medica) oppure per verificare le conoscenze teoriche e le abilità alla guida (in tal caso bisogna sostenere nuovamente i quiz e la prova pratica). In questo secondo caso si apre una trafila ben nota: prima i quiz, che è possibile affrontare tramite una scuola guida oppure da privatista presso gli uffici della Motorizzazione Civile; poi la guida su strada, da effettuare su un veicolo corrispondente alla categoria per la quale è stata rilasciata la patente in revisione.

La procedura per il rinnovo

Il rinnovo delle patenti scadute da oltre tre anni non può essere effettuato con modalità telematica, ma direttamente presso gli uffici della Motorizzazione Civile, per come chiarito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti [4].

Da un punto di vista pratico, chi ha la patente scaduta da più di 3 anni deve presentarsi presso la Motorizzazione Civile chiedendo il rinnovo della patente e il duplicato. Gli uffici preposti emettono il nuovo documento di guida e inviano una segnalazione all’ufficio provinciale competente, evidenziando che sono trascorsi più di 3 anni dalla scadenza. L’ufficio che riceve la segnalazione deve quindi stabilire se è opportuno sottoporre il richiedente alla revisione della patente. Se l’ufficio decide per la revisione, deve inviare al cittadino un avviso di avvio del procedimento, per consentirgli di presentare eventuali dichiarazioni o documentazione.

Il procedimento di revisione equivale a rifare gli esami. La buona notizia è che non si applica in tutti i casi in cui la patente sia scaduta da più di 3 anni, ma solo in quelli in cui l’ufficio preposto lo ritenga necessario, valutato il singolo caso in tutti i suoi elementi.


note

[1] Soglia individuata nella circolare n. 16/1971 del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

[2] Nota del 26.01.2009 prot. n. 7053, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

[3] Art. 128 C.d.S.

[4] Circolare del 23.09.2014, prot. n. 20423 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

16 Commenti

  1. Salve io ho un duplicato della patente rilasciatomi dalla Motorizzazione di Bari il 23/12 /2011 con scadenza il 22/07/2013 all’epoca persi tutti i documenti e la denuncia a i carabinieri come normale prassi , se non avessi perso la patente oggi sarebbe scaduta nel 2016 , ma essendo un duplicato , la validità e di solo due anni , come mi devo comportare grazie

  2. Non è giusto ,perché se ho preso la patente anche 20 anni fa ho le nozioni.Se fate fare tutto ex novo non serve.Servirebbero solo delle lezioni di guida.Io ho avuto motivi di salute gravi ma poi ne sono uscita.Per me rifare il test e ancora la pratica è inutile.Perché i miei problemi di salute non hanno azzerato le mie conoscenze di guida.

    1. Ma lei non considera che circolando ci si rende conto della necessità di chiarire quali sono le novità normative (che posono essere intuite dal tipo di segnaletica, dall’impostazione delle precedenze ecc) anche se questo purtroppo non è sufficiente visto che troppe circolari (anche solo locali) mettono il conducente sempre nella condizione d’essere impreparato e di beccarsi involontariamente qualche sanzione

  3. se nel mio caso sono stato per lavoro fuori tanti anni senza rinnovare la patente per quale motivo devo fare di nuovo gli esami come se uno studia medicina si laurea e nn esercita per tantissimi anni e gli viene tolta la laurea da medico

    1. io sono nella stessa situazione, vissuto a londra per 9anni. ora a 46 anni sarebbe tutto diverso da quando l’ho presa a 19.. tu come hai risolto?

    2. E infatti per i medici come per altre categorie professionali c’è l’obbligo della formazione continua (spesso pretestuoso per far “girare l’economia” con convegbi che spesso non accertano l’acquisizione di quanto esposto). sarebbe giusto metter l’automobilista di fronte all’obbligo di aggiornarsi e sostenere un esamino scritto, senza domade trabocchetto, fatto per capire se ha davvero acqusito le novità

  4. Buongiorno
    HO VISSUTO PER 17 anni in Giappone e
    Adesso in Thailandia da 2anni
    in quel periodo per guidare la macchina o la moto ho dovuto fare la patente Giapponese riconsegnando la mia in Ambascita Italiana e dopo mi hanno rilasciato la patente Giappone. Adesso vivo in Thailandia e mi scade sia la Giapponese che quella internazionale che ho fatto . Ho chiesto di rifare la patente Italiana ma non si può !sono regolarmente iscritto Aire da 20 anni e per lavorare mi serve la patente quale soluzione mi potete consigliare grazie
    Sono immigrato per lavoro non molto facile quando si è lontano da casa

    1. Sig. Bussi, sarebbe utile capire PERCHE’ “non si può”. Incredibile che ambasciate/consolati non possano far valere uno dei diritti che competono a chi è iscritto all’AIRE. Da quello che lei dice sembrerebbe che anzitutto occorra restituire la patente giapponese al Giappone tramite l’ambasciata o altra rappresentanza diplomatica italiana in Thailandia, per far sì che l’ambasciata italiana in Giappone le restituisca (mediante lo stesso canale) la vecchia patente Italiana che lei consegnò a suo tempo. Oppure se in Thailandia la rappresentanza diplomatica italiana foss einatasata di pratiche o meno agevole da raggiungere (è solo un’ipotesi) potrebbe restituire la patente giapponese all’ambasciata Giapponese in Thailandia, farsi dare una ricevuta e trasmetterla direttamente all’ambasciata italiana in Giappone chiedendo lo sblocco e restituzione della patente italiana.

  5. cari signori,dobbiamo ricordarci ke siamo in italia,dunque dobbiamo metterci in testa ke dobbiamo mantenere tutte le infrastutture(tutti i parassiti dello stato).purtroppo è cosi,quai entrare in certi iter non se ne esce piu’..distinti saluti

    1. Lei e’ Uno DEI cittadini ialiani limitati da Una cultural arcaica che non sa’ rapportarsi ai cambiamenti d immigrazione mondiale di persone Che vivono, lavorano e si intercambiano professionalmente in varie culture e paesi. L Italia segue queste ideologie con le proprie leggi!!! Quanta Strada deve fare l Italia per eliminate IL bigottismo e la “paura” Della diversita’!!!!!!

      1. Ma che c’entra la diversità, il bigottismo, il cambiamento, con la constatazione che, per tanti italiani, il vivere e lavorare da emigrati è spesso reso difficile da arcaici e limitati parassiti ITALIANI che non danno la dovuta assistenza ai loro concittadini all’estero? Questo intendeva il sig. Marcello. Se l’è presa con altri italiani, NON con eventuali parassiti stranieri (che pure sono troppi, tra evasi spacciatori, zingari, e rovinano l’immagine dei numerosissimi che son giunti a lavorare onestamente in Italia). Legga bene prima di commentare!

  6. io ho la patente scaduta da due anni e mezzo, e gli imbrogli sono partiti da una visita medico legale eseguita nel 2015, dopo essere stato in clinica per un esaurimento

  7. Picche !!!!
    La mia patente Giapponese vale solo fini a quando lavoravo e pagavo le tasse di rasidenza.Adesso non lavoro in Giappone e la patente scaduta automaticamente!
    Io sono stato ligio al mio dovere ,molti mi hanno detto che C…….. bastava che dichiaravi di averla smarrita andava con la ricevuta di smarrimento ti davano la patente Giapponese e intanto ti rifacevi la patente nuova tanto all’ambasciata italiana bastava la tua autocertificazione che “avevi smarrito la patente Italiana “ i soliti furbetti
    Gli altri stupidi . Se fanno un controllo a quelli residenti in Giappone tutti hanno la patente doppia . Il problema che a quasi 60 anni e dopo più di 49 anni che guido mi vengano a dire di fare la patente in italia dopo essere andato a fare gli esami come la prima volta . Allora io mi domando non posso autocertificare sotto la mia responsabilità una nuova patente visto che come immigrato Italiano non posso andare a scuola in Italia e penso di essere un onesto lavoratore immigrato o non possiamo avere un concreto aiuto di facilitazione visto i particolari non voglio favoritismi ma solo aiuto in onestà penso di non chiedere niente di speciale.
    Visto che mi hanno cercato per pagare tasse dal 2005 che secondo loro ho rifiutato di pagare , ma se vivo dal 2001 all’estero chi ha firmato la ricevuta che io non ero in Italia e non ho lavorato in Italia e con la minaccia di confiscare tutto, tutto cosa ? Sono diventato matto per dimostrare che sbagliavano
    Ma questo è un altra storia di immigrato
    Tutelato e rispettato e eccc…..
    Forse questi signori dovrebbero lavorare un po’ all’estero e come operai con soldi che non ti permettano di tornare a casa tutti gli anni perché costoso … e sono problemi tuoi se sei immigrato e non guadagni abbastanza … ma questa è un altra storia
    Spero solo che altre persone siano più aiutate dalle nostre Ambasciate che pagano residenze per diplomatici per rappresentare noi? A che prezzo?
    Ma questa è un altra Storia

  8. salve volevo una informazione , ho la patente scaduda da 20 anni sarebbe possibile rinnovarla senza fare esami?? ringrazierei vivamente a chi mi può aiutare in questo immenso problema che ho , preciso ho 57 anni ,oltre alla patente italiana scaduta come sopra descritto, sono in possesso della patente colombiana . grazie per il vostro aiuto.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube