Diritto e Fisco | Articoli

Causa nulla se decisa da giudice diverso

7 Giugno 2016
Causa nulla se decisa da giudice diverso

È nulla la sentenza emessa da un giudice diverso rispetto a quello che ha partecipato alla discussione orale o davanti a cui sono state precisate le conclusioni.

Se la causa viene decisa da un giudice diverso rispetto a quello davanti al quale sono state precisate le conclusioni o davanti a cui è stata fatta la discussione orale, la sentenza è nulla. Lo ha detto la Cassazione con una recente sentenza [1].

La questione non è nuova in giurisprudenza. Non poche volte, infatti, accade che alla decisione finale del giudizio partecipi un giudice che, invece, non era presente alla discussione orale della causa [2]; così come accade spesso che la sentenza venga emessa da un giudice diverso da quello dinanzi al quale sono state precisate le conclusioni [3]. Potrebbe addirittura verificarsi che alla discussione partecipi un numero superiore di magistrati rispetto a quello previsto.

In tali casi si ha la nullità della sentenza, ma le conseguenze sono diverse a seconda che il vizio venga rilevato in appello o davanti alla Corte di Cassazione. Difatti:

  • nel caso in cui tale vizio venga rilevato dalla Corte d’appello, la causa non viene rimessa al giudice di primo grado e la Corte decide nel merito la vicenda ponendo rimedio alla nullità [4];
  • nel caso invece in cui il vizio sia rilevato dalla Cassazione, la causa va rimessa al giudice di appello o al giudice che ha pronunciato in un unico grado per la rinnovazione della decisione.

note

[1] Cass. sent. n. 11581/16 del 6.06.2016.

[2] Cass. sent. n. 3371/1993.

[3] Cass. sent. n. 1473/1999.

[4] Si rientra infatti nelle ipotesi tassative previste dall’art. 354 cod. proc. civ.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube