Business | Articoli

Inizia la scuola: oltre 1100 euro a figlio per ricominciare

22 Agosto 2016


Inizia la scuola: oltre 1100 euro a figlio per ricominciare

> Business Pubblicato il 22 Agosto 2016



Costa tanto rientrare a scuola: ecco le stime del Codacons, e il vademecum per risparmiare anche sino al 40%.

La riapertura delle scuole equivale ad un’altra spesa per le famiglie italiane. Secondo Codacons quest’anno il costo di avviamento dell’anno scolastico sarà più salato del solito, con cifre anche molto alte.

Il costo che per una famiglia media italiana con due figli in età scolastica potrebbe arrivare anche a 2.200 euro.

Ecco i dettagli.

Dal low-cost al griffato: i costi della scuola sono stabili nei supermercati

Il costo della cancelleria e di tutti gli strumenti necessari a definire un corredo scolastico adeguato, dunque dalle penne, ai quaderni, ai diari, agli zaini, agli astucci presentano prezzi sostanzialmente stabili rispetto al 2015, dunque il costo per una famiglia media sarà mediamente attorno a 500 euro a studente per l’intero anno scolastico 2016-2017. Ma questa cifra non sarà l’unica spesa. La stangata maggiore arriva difatti dai libri di testo.

I libri di testo costano alle famiglie: ecco quanto

Il costo dei libri di testo potrebbe essere molto alto quest’anno. Codacons stima che in media si possono raggiungere i 600 euro di spesa per fornire gli studenti di tutti i testi necessari a far fronte all’anno scolastico, con una forchetta che è variabile da scuola a scuola soprattutto in ragione della tipologia di scuola.

I consigli del Codacons: non inseguire le mode e attendere qualche tempo

Il consiglio è forse ovvio, ma di quelli che possono abbattere i costi (anche del 40%, secondo il Codacons): evitare di seguire la moda, acquistando prodotti di qualità senza che siano necessariamente griffati, anche perchè spesso alla griffe non corrisponde una qualità proporzionale al prezzo.

Andare nei supermercati è inoltre generalmente più economico rispetto all’acquisto in cartolibreria, la grande distribuzione ha difatti dalla sua la possibilità di acquisto in stock di conseguenza può applicare prezzi che risulteranno per il consumatore inferiori anche del 30% rispetto al medesimo prodotto acquistato in negozio.

Ma anche il supermercato ha i suoi mali: “alcune catene di supermercati vendono i prodotti scolastici addirittura a prezzi stracciati: sono i cosiddetti prodotti ‘civetta’. Vengono venduti beni addirittura sottocosto, contando sul fatto che comunque finirete per acquistare anche tutto il resto. Approfittatene, acquistando solo i prodotti civetta. Poi cambiate supermercato!“.

Infine da evitare la “pessima abitudine” di acquistare sin dai primi giorni di scuola le scorte per l’intero anno. Attendere per l’acquisto della cancelleria, ad esempio, potrebbe portare a rilevanti risparmi, così come aspettare un paio di mesi per l’acquisto di strumenti tecnici come dizionari o compassi.

Quando inizia la scuola?

Il calendario scolastico varia da Regione a Regione. Per sapere quando inizia la scuola in ciascuna regione vi consigliamo il nostro approfondimento che riporta tutte le date di inizio dell’anno scolastico 2016-2017.


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

2 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA