HOME Articoli

Lo sai che? Il colpo di sonno sulla corsia d’emergenza scagiona per l’altrui morte

Lo sai che? Pubblicato il 22 giugno 2012

Articolo di

> Lo sai che? Pubblicato il 22 giugno 2012

L’automobilista che si ferma sulla corsia di emergenza per un colpo di sonno non può essere responsabile della morte di chi gli sia finito contro.

La Cassazione [1] ha stabilito che il conducente fermo sulla corsia d’emergenza, perché sopraffatto da un colpo di sonno, non risponde della morte di chi, sbandato sull’autostrada, gli sia andato a finire contro.

Nel caso deciso dalla Corte, il conducente di un tir si era accostato sulla corsia d’emergenza perché “gli si chiudevano gli occhi”. D’un tratto, un’auto, cui era scoppiato un pneumatico, gli era andata addosso. Il conducente di quest’ultima era quindi deceduto a seguito dell’urto.

Il codice della strada consente la sosta sulla corsia di emergenza nel caso di malessere fisico del conducente o del passeggero [2]. La Cassazione ha ritenuto che il “colpo di sonno” possa essere equiparabile al malessere fisico.

Secondo i giudici, infatti, il “malessere fisico” deve essere interpretato nel senso di qualsiasi disagio, finanche una impellente necessità fisica transitoria, che non consenta di proseguire la guida con il dovuto livello di attenzione. In tale concetto va quindi inclusa anche la stanchezza e il torpore, segni premonitori di un colpo di sonno, al fine di garantire la tutela per sé e gli altri utenti della strada.

Per cui la sosta del tir era del tutto lecita e il suo proprietario non può essere responsabile della morte di chi gli sia finito contro.

 

 

note

[1] Cass. sent. n. 19170/12 del 18.05.2012.

[2] Art. 157 cod. str.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

Hai un dubbio giuridico, curiosità che ti piacerebbe conoscere? Chiedicelo

CERCA CODICI ANNOTATI