Diritto e Fisco | Articoli

Chi ha l’indennità di accompagnamento può guidare?

5 Luglio 2016
Chi ha l’indennità di accompagnamento può guidare?

Si può mettere alla guida o conseguire la patente chi ha diritto all’accompagnatore.

Anche chi ha diritto alla cosiddetta indennità di accompagnamento, perché gli è stata riscontrata un’invalidità totale e permanente del 100%, può mettersi alla guida dell’auto ed, eventualmente, prendere la patente. Non si può mettere un divieto generalizzato, ma la valutazione va fatta caso per caso, a seconda della patologia riscontrata dalla commissione medica dell’Inps. È quanto chiarito dal Ministero della Salute in un recente parere inedito [1].

Requisiti per l’indennità di accompagnamento

Come noto, chi presenta un’invalidità totale e permanente, non necessariamente legata a motivi fisici o a cure chemioterapiche, potendo anche derivare da questioni psichiche come malattie mentali, depressione, schizofrenia, ha diritto a ottenere, insieme al riconoscimento dell’invalidità, anche l’assegno per il cosiddetto accompagnatore. Quest’ultimo beneficio viene detto “indennità di accompagnamento”. È comunque necessario che il beneficiario dimostri di essere alternativamente impossibilitato a camminare se non con l’aiuto di un altro soggetto o di non poter compiere, da solo, gli atti quotidiani della vita, con conseguente incapacità di badare a sé stesso.

Compatibilità dell’accompagnamento con la guida

Questi requisiti richiesti per la concessione dell’indennità di accompagnamento non sono astrattamente incompatibili con la possibilità di mettersi al volante e guidare. Secondo infatti il ministero della salute, tutto dipende dal tipo di malattia riscontrata nel soggetto. Si tratterà comunque, in gran parte dei casi, di patenti speciali.

La compatibilità tra l’invalidità e la patente va dunque valutata caso per caso, poiché la legge non prevede un divieto assoluto e generalizzato, ma richiede solo che la guida avvenga in condizioni di sicurezza per sé e per gli altri. Questo significa che la patente di guida potrà quindi essere concessa o rinnovata anche al titolare di una indennità di accompagnamento, previa valutazione sanitaria da effettuare caso per caso da parte della commissione medica locale.


note

[1] Min. Salute parere 21.03.2016.


9 Commenti

  1. Possibile guidare un auto con cambio automatico(amputazione avanti piede sinistro),si ho una indennità di accompagnamento.grazie

    1. Posso guidare ciò la patente rilasciata dalla commissione medica.la mia domanda è questa. Posso guidare da solo senza avere accanto un’altra persona,chelp poi tovo al’arrivo del viaggio ??

  2. mI hanno segnalato la patente alla motorizzazione a seguito di visita e concessione invalidità 100% con relativa indennità. Ciò a seguito di un tumore maligno (non operabile) al polmone sinistro. Tuttavia ci vedo benissimo, sento benissimo, deambulo autonomamente con le dovute cautele a seguito di dispnea e difficoltà di respirazione sotto sforzo eventuale. Aggiungo che in 50 anni di guida non ho mai avuto incidenti ed inoltre ho raggiunto il massimo di punti per merito sulla patente. Allora come dovrei comportarmi difronte alla commissione preposta ??

  3. mio babbo deve rinnovare lA PATENTE che e scaduta da un anno…non e stato bene per problemi di pressione…. e stato ricoverato al ospedale perche con un calo di pressione e caduto battendo la testa… e stato male e le hanno riconosciuto linvalidita al 100 %100 CON ACCOMPAGNAMENTO…. poi con terapie si e rimesso e vorrrebbe riprendere la patente..a che tipo di visita deve sottoporsi … e obligato a scriverlo alla scuola guida..

  4. Devo fare domanda di accompagnamento ho la patente di guida voglio sapere se mi verrà tolta o potrò guidare con una Macchina adeguata…in quali casi viene tolta grazie.

  5. Buona serata,mio cognato è stato operato di un tumore maligno gli sono stati asportati la vescica/la prostata /è un pezzo di intestino,ora è a casa ma ha una deviazione che comporta una sacca esterna x i suoi bisogni. È stato riconosciuto una invalidità 100×100 e prende assegno di invalidità 280.00 euro più 517.00 di accompagnamento ,al figlio riconosciuta la legge 104 , a 64 anni ed è in possesso di una patente di guida tipo B può guidare la macchina da solo o deve fare un esame speciale x la guida in attesa grazie brambilla

    1. Buongiorno Beniamino. L’indennità di accompagnamento non è incompatibile con la patente di guida, purché l’avente diritto sia stato riconosciuto idoneo alla guida dalla commissione medica che ne ha valutato le condizioni di salute. In particolare, il ministero della Salute, in un parere reso in data 21 marzo 2016, ha precisato che la relazione che sussiste tra indennità di accompagnamento e patente di guida non è determinata dall’erogazione del beneficio economico in sé, ma dalla patologia da cui è affetta la persona richiedente l’idoneità alla guida. Sulla scorta di questa considerazione, il Ministero conclude affermando che non vi è alcuna incompatibilità tra il riconoscimento del beneficio economico e l’abilità alla guida: il discrimine è la guida in condizioni di sicurezza per sé e per gli altri. Qualora la patologia invalidante non sia tale da incidere sulla sicurezza nella guida del veicolo non vi sono ostacoli al conseguimento o al rinnovo della patente del soggetto portatore di invalidità. La valutazione sulla capacità di guida deve essere effettuata dalla commissione medica locale competente precisando che non si tratta di una valutazione aprioristica (cioè basata sul tipo di patologia da cui è affetto l’invalido), bensì di una valutazione che deve essere fatta caso per caso tenendo in debita considerazione le peculiarità del richiedente. Puoi trovare ulteriori informazioni in questo articolo https://www.laleggepertutti.it/149624_se-prendo-laccompagnamento-posso-rinnovare-la-patente

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube