Business | Articoli

AirBnb per il sisma: trova alloggio a costo zero

28 Agosto 2016 | Autore:


> Business Pubblicato il 28 Agosto 2016



La share economy si muove per la solidarietà: nessun costo di commissione per i terremotati, il costo dell’appartamento dipende dal proprietario, ecco il link.

Anche una delle più importanti aziende della share economy AirBnb, partecipa all’incredibile movimento di solidarietà messo si in moto con la catastrofe del sisma in centro Italia.

Airbnb è probabilmente la piattaforma più conosciuta per l’affitto di stanze e case a breve termine. È di queste ore la notizia che l’azienda ha deciso di dare il proprio contributo alla ricostruzione in maniera operativa.

Chi è rimasto senza casa potrà trovare alloggio senza alcun costo: nel periodo compreso tra il 24 luglio e l’11 settembre le commissioni sono annullate. Trovate il link nella nostra sezione in pratica. 

Come funziona AirBnb?

AirBnb come accennato è una piattaforma di home sharing, che permette di mettere a disposizione la propria a abitazione per chi voglia guadagnare qualcosa nei giorni in cui si trova fuori casa.

Per inserire l’annuncio di locazione è sufficiente registrarsi al sito, scattare qualche foto accattivante e stabilire un prezzo giornaliero al quale mettere in affitto il proprio appartamento, scegliendo naturalmente il periodo di disponibilità.

Generalmente nelle transazioni che vengono operate tramite AirBnb, il sito prende una commissione.

In occasione del sisma del Centro Italia come era capitato anche per gli Stati Uniti d’America in occasione dell’uragano Sandy che ha colpito New York qualche anno fa, la piattaforma rinuncerà alla propria commissione.



Case disponibii: la solidarietà viaggia sul web

AirBnb e le altre piattaforme di home sharing diventano dunque uno strumento di solidarietà potenziale anche per ciascuno di noi.
Chiunque voglia e ne abbia la disponibilità, potrà inserire gratuitamente un appartamento sul sito dando la possibilità a chi meno fortunato ha vissuto la catastrofe sulle proprie spalle, di tornare pian piano alla normalità.

Tutti i costi del servizio sono annullati per gli interessati dal disastro con data di check-in tra il 23 agosto e l’11 settembre 2016“, ecco quanto si legge sulla pagina sistemazioni urgenti di Airbnb (vedi in basso sezione in pratica per il link), in cui si possono mettere in contatto coloro che hanno bisogno di un alloggio con chi può offrirne uno nell’area colpita dal terremoto.

Commissioni a costo zero, gli affitti dipendono da noi

Naturalmente ciò che i portali come AirBnb possono fare è annullare i costi di commissione, non imporre all’affittuario di affittare a costo zero.  Quest’ultimo passo sta alla sensibilità di ciascuno di noi, ma generalmente l’Italia ha un popolo generoso.

01| Vai su AirBnb alla pagina sistemazioni urgenti

02| Scegli se condividere un appartamento o chiederne uno

03| Inserisci le date del check-in e del check out o stabilisci la disponibilità


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA