Business | Articoli

Tassazione Forex e opzioni binarie: scommetti online, deduci la perdita

2 Settembre 2016 | Autore:
Tassazione Forex e opzioni binarie: scommetti online, deduci la perdita

Una risoluzione dell’Agenzia delle Entrate chiarisce gli obblighi dichiarativi per le operazioni effettuate in Italia e la deducibilità delle operazioni all’estero.

Quando si opera attraverso broker esteri le perdite subite sono deducibili ai fini del calcolo della plusvalenza tassabile in Italia. Prima di vedere come funziona la tassazione, tuttavia partiamo da una definizione: cosa sono le operazioni Forex? E le opzioni binarie?

Cosa sono le operazioni Forex

Vi sarete spesso chiesti cosa sia il Forex e a cosa afferiscono le operazioni relative. La risposta è piuttosto semplice: il nome completo del Forex è “Foreign Exchange market” (abbreviato appunto in Forex o ancora più semplicemente in FX).

La principale caratteristica del Forex trading ovvero della vendita e acquisto simultaneo di valute, è l’essere un mercato internazionale: non èsiste cioè una sede centrale del Forex. Lo scambio di valuta avviene online over-the-counter (OTC). Ne conwsegue che tutte le transazioni avvengono tramite reti informatiche tra i trader di tutto il mondo. E quindi, torniamo al tema dell’articolo, non è raro che si operi attraverso broker stranieri.

Cosa sono le opzioni binarie

Le  opzioni binarie sono strumenti finanziari derivati, ossia, il loro valore deriva da un altro strumento finanziato che viene detto: asset sottostante. In breve attraverso le opzioni binarie il trader (cioè chiunque di noi voglia operare attraverso un broker) può scommettere sul rialzo (opzioni binarie call) o sul ribasso (opzioni binarie put) di un titolo in un arco di tempo definito. Quel titolo viene definito appunto asset sottostante alla nostra operazione.

Forex e delle opzioni binario: mercati rischiosi

Se è vero che questo genere di mercati costituiscono un’apertura alla finanza anche per i meno esperti, perchè hanno il vantaggio di essere facilmente comprensibili, per altro verso è vero anche che a possibili guadagni rilevanti, corrispondono anche perdite di rilievo. Lo ripetiamo, e il discorso vale principalmente per i meno esperti, semplificando si tratta di “scommesse”, i cui risultati sono in qualche modo prevedibili solo se si ha una profonda conoscenza degli andamenti, e dopo molto studio. Avventurarsi in questo settore senza conoscere il campo di gioco rischia di essere molto pericoloso.

La notizia di oggi è tuttavia rivolta proprio a chi dovesse avere sperimentato delle perdite a causa di scambi effettuati sul mercato Forex e su opzioni binarie attraverso broker esteri. Le perdite subite sono infatti deducibili per 4 anni [1].

Deducibili le perdite Forex e da Opzioni binarie

Sono deducbili le perdite subite in relazione alle operazioni finanziarie sul mercato Forex, nonchè quelle aventi ad oggetto le opzioni binarie, attivate attraverso broker esteri.

La deducibilità riguarda il calcolo della plusvalenza tassabile in Italia da parte di quei risparmiatori.

Su tali guadagni si applica difatti un’imposta sostitutiva del 26% che deve essere autoliquidata, nel caso di operazioni attraverso broker esteri, dal contribuente nel proprio modello Unico PF. Per calcolare l’importo dell’imposta dunque non bisogna considerare solo le plusvalenze, ma anche le minusvalenze. Cioè se su un’operazione guadagno 100 ma su un’altra perdo 60, all’ora l’imposta sostitutiva non dovrà essere pagata su 100 (cioè il valore di quella che viene definita plusvalenza nell’operaazione sulla quale ho guadagnato) ma su 40 (100 – 60) ovvero sulla somma algebrica tra plusvalenza e minusvalenza. 

Ma c’è di più, perchè le minusvalenze realizzate possono essere utilizzate in compensazione dei guadagni per i 4 anni successivi rispetto a quello in cui si sono realizzate.

Dunque facciamo un ulteriore esempio pratico.

Come si tassano le plusvalenze da Forex e Opzioni binarie: un esempio pratico

Mettiamo di investire nel 2016 una cifra “x”, guadagnando il primo anno “7 euro” su un’operazione e di perdere “100 euro” su un’altra. Porteremo in compensazione per quell’anno 7 euro di minusvalenza (delle 100euro  totali che abbiamo realizzato). Non pagheremo tasse sulle operazioni effettuate (7 euro di guadagno – 7 euro di perdita, delle 100 euro totali) e resteranno da compensare ancora 93 euro di minusvalenze in eccedenza.

Per semplicità mettiamo che al secondo e terzo anno dunque 2017 e 2018 non realizziamo operazioni e supponiamo di operare invece al quarto anno successivo il 2019 , ottenendo una plusvalenza di 150 euro. Su tale plusvalenza dovremmo pagare un’aliquota del 26%. Tuttavia nel 2016 avevamo avuto una minusvalenza che era stata compensata solo in parte. Ecco che possiamo utilizzare quella minusvalenza per ridurre le tasse sui guadagni. Non pagheremo al quarto anno il 26% di 150 euro, ma il 26% di 57 euro (ovvero 150 euro che è il guadagno, cioè la plusvalenza, meno 93 euro di minusvalenza eccedente, realizzata quattro anni prima e ancora mai compensata).

Tassazione operazioni Forex e Opzioni binarie: con i broker italiani è più semplice

Qualora invece le medesime operazioni finanziarie vengano portate a termine attraverso broker residenti in Italia, anche la gestione degli obblighi dichiarativi appare particolarmente semplificata, in considerazione del fatto che sarà lo stesso broker ad effettuare tutti gli adempimenti relativi al cliente.


note

[1] Agenzia delle Entrate, ris. 71/E del 01.09.2016.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube