Processo tributario telematico in altre sei regioni italiane

28 luglio 2016 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 luglio 2016



A partire da ottobre 2016 il processo tributario telematico entra in vigore in altre sei regioni italiane. Ecco quali.

Il processo tributario telematico (PTT) si estende gradualmente in altre regioni d’Italia: già in vigore in Umbria e Toscana, entrerà a regime nelle Commissioni Tributarie provinciali e regionali di: Abruzzo, Emilia Romagna, Liguria, Molise, Piemonte e Veneto.

Dopo la pubblicazione delle linee guida del processo tributario telematico, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha decretato l’entrata in vigore della novità telematica per il deposito e la notifica degli atti processuali [1].

In particolare, il processo tributario telematico entra in vigore per gli atti processuali relativi ai ricorsi notificati a partire:

a) dal 15 ottobre 2016 per le regioni Abruzzo e Molise;

b) dal 15 novembre 2016 per le regioni Piemonte e Liguria;

c) dal 15 dicembre 2016 per le regioni Veneto ed Emilia Romagna.

Si ricorda che il processo tributario telematico non è ancora obbligatorio. Vige infatti il principio di facoltatività, proprio della prima fase attuativa del sistema: ciascuna delle parti può scegliere di notificare e depositare gli atti processuali con le modalità tradizionali, o con quelle telematiche presso le Commissioni tributarie ove risultino attivate tali modalità.

note

[1] Ministero dell’Economia e delle Finanze, decreto del 30.6.16 pubblicato in G.U. n. 161 del 12.7.16.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI