Diritto e Fisco | Articoli

A cosa ho diritto col 75% di invalidità?

23 agosto 2016 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 23 agosto 2016



Riduzione della capacità lavorativa riconosciuta superiore al 75%: a quali agevolazioni ha diritto il lavoratore?

Se possiedi un’invalidità del 75% o superiore, cioè se la riduzione della tua capacità lavorativa supera il 75%, hai diritto a diverse agevolazioni lavorative, assistenziali e previdenziali e, sussistendo i requisiti di contribuzione o di reddito, puoi avere anche diritto a percepire degli assegni. È importante, però, che la tua invalidità sia riconosciuta da un’apposita commissione medica e che tu, pertanto, risulti in possesso della relativa certificazione: in caso contrario, devi domandare il riconoscimento dell’invalidità all’Inps (la domanda può essere inviata tramite patronato, sito web dell’Inps o contact center Inps Inail).

Vediamo ora i principali benefici riconosciuti a chi ha un’invalidità dal 75% in su.

Assegno ordinario di invalidità

Innanzitutto, avendo una capacità lavorativa ridotta a meno di un terzo, se possiedi i requisiti contributivi minimi hai diritto all’assegno ordinario di invalidità da parte dell’Inps. Devi possedere, nel dettaglio, almeno 5 anni di contributi, di cui 3 versati nell’ultimo quinquennio.  L’assegno è calcolato in base ai contributi versati e viene ridotto se il tuo reddito supera di 4 volte il trattamento minimo. Questo trattamento è compatibile con l’attività lavorativa.

Pensione d’invalidità civile

Se, invece, non possiedi il requisito minimo di contribuzione, ma hai un reddito inferiore a 4.805,19 euro, poiché la tua invalidità supera il 74% hai diritto all’assegno di assistenza, meglio noto come pensione di invalidità civile. L’assegno di assistenza ammonta, per il 2016, a 279,75 euro per 13 mensilità. Si tratta di un reddito esente da Irpef, incompatibile con lo svolgimento di un’attività lavorativa, contrariamente all’assegno d’invalidità ordinario.

Al compimento di 65 anni e 7 mesi, la pensione d’invalidità civile viene convertita in assegno sociale.

Esenzione dal ticket

Dato che possiedi un’invalidità superiore ai due terzi, hai anche diritto all’esenzione totale dal ticket sulle prestazioni specialistiche e di diagnosi strumentale. Puoi inoltre fruire di un’agevolazione per il pagamento dei medicinali prescritti con ricetta medica.

Scelta prioritaria della sede

In quanto lavoratore con invalidità superiore ai due terzi, se sei dipendente pubblico hai diritto di scelta prioritaria tra le sedi disponibili.

Accredito figurativo dei contributi

Con un’invalidità del 75%, hai inoltre diritto al beneficio pensionistico dei contributi figurativi: nel dettaglio, per ogni anno lavorato sono accreditati 2 mesi di contributi in più, sino ad un massimo di 5 anni. L’agevolazione può essere riconosciuta dal 2002 in poi.

Congedo per cure

In quanto lavoratore con invalidità oltre il 51%, puoi fruire di un congedo per cure relative all’infermità riconosciuta[1], per un periodo non superiore a 30 giorni l’anno. I costi sono, però, a carico dell’azienda, diversamente da quanto accade per i permessi Legge 104 per i portatori di handicap e per il congedo straordinario, quindi devi verificare la possibilità di ottenere il congedo all’interno del contratto collettivo applicato.

Collocamento mirato

Dato che la tua invalidità è sopra il 45%, hai la possibilità di usufruire del collocamento mirato [2]. Si tratta dell’accesso ai servizi di sostegno e di collocamento dedicati alle categorie protette: per usufruirne, devi recarti presso il centro per l’impiego, presentando, oltre al verbale di invalidità, la relazione conclusiva rilasciata dalla preposta Commissione dell’Asl.

Ricordiamo che possono iscriversi al collocamento mirato, senza dover richiedere la relazione conclusiva Asl, anche gli invalidi del lavoro con percentuale oltre il 33%, gli invalidi di guerra, gli invalidi civili di guerra e gli invalidi per servizio con minorazioni ascritte dalla prima all’ottava categoria.

Quote di riserva

Puoi essere inoltre conteggiato dall’azienda nelle quote di riserva relative alla legge sul collocamento obbligatorio, cioè nei posti che l’azienda deve per legge mettere a disposizione delle categorie protette. In quanto la tua invalidità supera il 60%, sei incluso nelle quote di riserva a prescindere dall’orario del contratto. Il beneficio non è però riconosciuto se la tua inabilità è stata causata da un inadempimento del datore di lavoro.

Protesi ed ausili

Considerato che possiedi un’invalidità superiore al 33,33%, hai diritto a protesi ed ausili eventualmente necessari per la patologia riconosciuta nel verbale di accertamento della commissione medica.

Parcheggi per disabili

La Commissione medica che ha riconosciuto la tua invalidità, a prescindere dalla percentuale di riduzione della capacità lavorativa, può, infine, indicare sul verbale il diritto al contrassegno per usufruire dei parcheggi per disabili. Dipende ovviamente dalla tipologia di menomazione posseduta.

note

[1]D.lgs. 119/2010.

[2] Legge 68/1999.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

27 Commenti

  1. Avendo il 75% di invalidità la legge 104 ,e anche quella per il collocamento mirato mi devo licenziare per usufruire di questo, dato che ho un contratto a tempo illimitato cosa succede? Grazie

  2. Salve. Per fortuna ci sono varie agevolazioni.. Non è facile però reinserirsi nel lavoro.. Sono finiti i tempi dove venivi assunto, con qualsiasi grado di istruzione avevi.. ora vale comunque il curriculum come se fossi sano.

  3. Buonasera
    ho il 75 % di invalidità data da commissione inps.a quanti terzi corrisponde il 75?grazie mille

  4. ho una disabilità pari al 75% e art 3 comma1 l104
    sono dipendente del dipartimento amministrazione penitenziaria ma nonostante tutte le richieste di avvicinamento alla mia famigli ache si trova a 750 km circa non ho mai avuto accoglimento.

  5. Salve ho un invalidità pari al 80% e un reddito nn lavorativo che supera il limite ….volevo sapere se mi spetta lo stesso la pensione grazie mille

  6. Salve ho un invalidità civile del75x100 da 10 anni svolgo sempre lo stesso lavoro adesso mi vogliono obbligare a fare di piu posso rifiutare grazie per la risposta

  7. Ho una invalidita 75 per cento ho presentato domanda pensione io e mi è stata rifiutata perché dicono che non ho patologie invalidanti ho fatto 4 mesi di malatia per ulcere e trombo flebite gamba destra sono rientrata al lavpro da due settimane e adesso ho ulcere alla gamba sinistra molto doloranti e secondo lipins posso laborare

  8. Ho fatto tre invalidita civili con la legge 68/99 con punteggi bassi ; ma il lavoro da parte centro impiego non è mai arrivato .Sto facendo una 4 invalidita civile con 75 % ,sono 10 anni che non lavoro ,l’ assegno mi verra dato ugualmente grazie

    1. buongiorno, sono un invalido civile con invalidità al 75% sono disoccupato , all’età 66 anni e sette mesi mi tolgono l’assegno di 280 euro? non ho venti anni di contributi ma solamente 14 anni cosa succede? ora ho 64 anni grazie attendo notizie ALDO

      1. Prenderai l’assegno sociale direttamente con la maggiorazione sociale e perderai l’assegno di invalidità, poco, ma sicuro

  9. b giorno mi hanno riconoscituto con riduzione permanente 75/100 come maii la revisione visto che e permanente se qualcuno mi risponde grazie

  10. buon giorno invalida gia riconosciuta a 67% adesso nuova malattia di fibro mialgia con artrite reumatoide psoriasica non riesco più, a svolgere il mio lavoro sono operaia pulitore in ospedale con ditta privata con quasi 15 anni di servizio presto presentero aggravamento accetto consiglo su cosa devo fare per tutelarmi la salute ed il lavoro o eventuale pensione ? grazie

  11. io invalido al 75 % lavoratore privato quanti anni devo lavorare per la pensione .. vivo con mamma invalida 100%

  12. SALVE HO UN FIGLIO MAGGIORENNE CON INVALIDITA’ DELL’80% E LEGGE 104 COMMA 3 ART 1, VOLEVO SAPERE SE SPETTA MAGGIORAZIONE DELL’ASSEGNO FAMILIARE E DELLE DETRAZIONI PER FIGLI A CARICO IN QUANTO STUDENTE

  13. Io ho il 68% invalidità, lavoro in una ditta,faccio 8 ore di lavoro al giorno,posso andare in pensione prima dell’operaio? 2 o 3anni prima

  14. In una società dove prevalgono gli egoismi con una classe politica che incentiva la morbosità di questo comportamento, poiché è incapace di guidare i processi di socializzazione e integrazione della fasce più fragili della popolazione. E’ un costume inaccettabile e, nel limite del possibile, tutti noi dobbiamo prenderne coscienza per almeno arginare questa deriva di inciviltà.

  15. invalido 75% sono stato dimenticato chiamo le agenzie 3 volte a settimana,mi dicono sempre che non c’e’ niente,mi candido ai lavori mi dicono che non ho le credenziali, invece le ho!!quando passo nelle agenzie sembra che gli do fastidio.POI mi anno detto che di solito l’azienda se ti conosce fa il tuo nome e l’agenzia ti chiama.che schifooo!!!

  16. ho una invalidità del 75%, ho diritto alla esenzione totale del tiket su tutti i farmaci che prendo, anche se diversi dalla patologia invalidante

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI