Business | Articoli

Tartufi, IVA al 10% e imposte sul reddito: come calcolarle

4 Settembre 2016
Tartufi, IVA al 10% e imposte sul reddito: come calcolarle

I raccoglitori occasionali di tartufi sono l’oggetto di una legge di fine luglio che varia il regime IVA e la ritenuta fiscale applicata. Ecco come. 

La “legge europea 2016[1] prevede alcune modifiche tributarie che riguardano direttamente i raccoglitori occasionali di tartufi.

Le modifiche entreranno in vigore a partire dal prossimo 1 gennaio 2017 e riguarderanno sia l’applicazione di un’aliquota ridotta ai fini IVA, sia una ritenuta fiscale da applicare ai fini dell’imposta sui redditi. Vediamo come funziona il nuovo regime.

Raccoglitori occasionali di tartufi: il nuovo regime 

Previsto dalla Leggerecante “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2015-2016” [1] o per esser più sintetici dalla Legge Europea 2016, il nuovo regime per i raccoglitori occasionali di tartufi si sostanzia in 2 modifiche all’attuale normativa. Una prima modifica riguarda il campo IVA, una seconda il regime delle imposte sui redditi. Vediamo quali.

Raccoglitori di tartufi: stop all’autofattura dell’acquirente

Il regime di IVA che prevedeva l’emissione di autofattura senza la detrazione di IVA da parte degli acquirenti che acquistavano tartufi da raccoglitori occasionali non titolari di partita IVA è stato soppresso.

È stato inoltre eliminato per i raccoglitori dilettanti, la possibilità di non adempiere ad alcun obbligo contabile nel caso in cui si sia sprovvisti di Partita IVA.

Resta invece la dispensa dagli obblighi contabili per i soli raccoglitori occasionali. 

Nuova aliquota IVA vendita di tartufi: dal 22% al 10%

La vendita di tartufi:

  • freschi,
  • refrigerati,
  • immersi in acqua salata, solforata o addizionata non preparati per il consumo immediato,

sconterà l’IVA al 10% e non più al 22% [2].

Raccoglitori occasionali di tartufi: imposte sul reddito

Sono state modificate le disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi attraverso l’inserimento di un articolo specifico dedicato specificatamente alla ritenuta sui compensi corrisposti ai raccoglitori occasionali di tartufi [3].

Chi non ha la partita IVA, dunque applicherà alla vendita una ritenuta a titolo d’imposta, con obbligo di rivalsa.

Ritenuta d’acconto per i raccoglitori occasionali di tartufi

La ritenuta sulla vendita sconterà un’aliquota del 23% e si applicherà sul compenso percepito ridotto del 22%. Questa riduzione corrisponde ad un forfait per le spese di produzione del reddito.

Facciamo un esempio pratico.

Se si venderanno tartufi per un importo di 1000 euro, al momento della vendita si dovrà applicare l’aliquota del 23% non sull’intero importo ma solo su 819,67 euro (ovvero 1000 ridotto del 22%). La differenza tra 1000 e tale importo è difatti  un importo forfettario che è destinato a coprire i costi di “ricerca”. Applicando l’aliquota del 23% ad 819,67 otterremo 188, 52 euro di tassazione, ovvero grosso modo il 18,5 % dell’importo iniziale venduto.


Per calcolare la ritenuta sul reddito da raccolta occasionale di tartufi:

01| Dividi l’importo venduto per 1,22;

02| moltiplica il risultato per 0,23;

03| sottrai questo risultato dal prezzo originario;

04| il risultato sarà il tuo guadagno al netto della ritenuta.

note

[1] L. 122/2016 pubblicata sulla G.U. n. 158 del 28.07.2016.

[2] DPR 633/72, tabella A, parte III, modificata dalla L. 122/2016.

[3] DPR 600/73, nuovo art. 25-quater.


1 Commento

  1. Salve, non ho capito come e se un raccoglitore occasionale(privo Di partita Iva ) puoi’ cedere a tittle oneroso a ristorante o alter categorie simili( generi alimentari, negozi, ecc) prima e dopo il 1 gennaio 2017.
    L’autofattura attualmente la devono fare solo i commercianti di tartufi o anche i ristoranti? Oppure il raccoglitore occasionale deve emettere una ricevuta?
    Grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube