Diritto e Fisco | Articoli

Chi è il terzo datore di ipoteca?

6 agosto 2016 | Autore:


> L’esperto Pubblicato il 6 agosto 2016



Il terzo datore di ipoteca, che ha concesso in ipoteca un proprio bene a garanzia del debitore, riceve tutela minore rispetto al terzo acquirente del bene ipotecato. Infatti, non gli è riconosciuto il beneficium excussionis ma ha il solo diritto di regresso contro il debitore per il caso in cui abbia pagato i debitori o abbia subito l’espropriazione.

Il terzo datore di ipoteca è il soggetto che si è fatto garante per il debitore concedendo un proprio bene in ipoteca. In tal caso, il bene ipotecato non è quello del debitore, bensì quello del terzo.

Il terzo datore di ipoteca non gode delle stesse facoltà previste dal terzo acquirente; quest’ultimo infatti viene ritenuto meritevole di particolare tutela in quanto totalmente estraneo alla costituzione dell’ipoteca, ciò che invece non può dirsi del terzo datore di ipoteca, il quale volontariamente ha concesso uno o più beni di sua proprietà perché venissero ipotecati.

Egli non può neppure godere del cd. beneficium excussionis: non può cioè pretendere che i creditori, prima di aggredire esecutivamente il bene ipotecato, provino a soddisfare il credito su eventuali altri beni di proprietà del debitore, a meno che il beneficio non sia espressamente convenuto (art. 2868 c.c.).

Al terzo datore di ipoteca, che ha pagato i creditori iscritti o ha sofferto l’espropriazione, è tuttavia concesso il diritto di regresso nei confronti del debitore garantito. Non solo: egli può esercitare tale diritto anche contro i fideiussori del debitore e contro gli altri terzi datori per la loro rispettiva porzione (art. 2871 c.c.).

Il-Recupero-dei-Crediti


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. ma, il testo ( dovunque ) non è chiaro.
    ” il terzo datore di ipoteca che ha pagato i creditori iscritti o ha sofferto l’espropriazione è tuttavia concesso il diritto di regresso nei confronti del debitore garantito ”

    Io faccio un contratto di mutuo e ” tizio ” si iscrive quale terzo datore di ipoteca. Nell’eventualità
    che vada tutto a rotoli, se non riesco a pagare più il mutuo, il bene sarà espropriato dalla banca e messo all’asta.

    Ora se il ” terzo ” ha pagato i creditori, capisco il regresso ma, per espropriazione, di quale bene parliamo??

    Se il “terzo” non aveva nessun bene, nessun patrimonio, si può immaginarlo come soggetto che ha subito una espropriazione??
    il bene espropriato è sempre quello oggetto di mutuo ed era li, ancora da pagare.

    grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI