Diritto e Fisco | Articoli

No al sequestro del blog che pubblica intercettazioni già diffuse dai giornali

7 Giugno 2012 | Autore:
No al sequestro del blog che pubblica intercettazioni già diffuse dai giornali

Rientra nel diritto di cronaca, e non è quindi punibile, la diffusione on line di intercettazioni già rese note dai giornali nazionali.

Ancora una vittoria per la stampa online: la Cassazione [1] ha recentemente negato il sequestro di un blog su internet solo perché conteneva testi di intercettazioni telefoniche già rese note da quotidiani nazionali. Non importa, dunque, se il contenuto di tali intercettazioni possa essere lesivo della reputazione del richiedente e, quindi, abbia un contenuto diffamatorio.

Secondo la Cassazione [1], infatti, rientra nell’esercizio del diritto di cronaca la diffusione online di conversazioni già rese note alla collettività da altri giornali. Proprio il fatto che tali documenti siano già di pubblico dominio esclude il pericolo che la loro diffusione, anche attraverso il web, “aggravi ulteriormente il danno”.

Ecco perché i giudici hanno negato il sequestro del sito internet.

Un nuovo caso giudiziario, questo, che ci porta ancora una volta davanti all’obiettiva constatazione di quanto sproporzionati, rispetto ai diritti vantati, siano spesso gli attacchi contro internet. Paura? Che ragione c’è di chiedere il sequestro di un intero blog quando, a tutto voler concedere, si potrebbe domandare l’oscuramento della singola pagina incriminata?

Al di là infatti di come, nel caso di specie, la Suprema Corte ha motivato il proprio diniego, non ci sarebbe stata comunque ragione di pitturare un intero palazzo per delle scritte presenti solo su un lato.

 

 


note

[1] Cass. sent. n. 21489/2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube