Diritto e Fisco | Articoli

Fin quando dura l’obbligo di mantenere i figli per il genitore separato?

12 giugno 2012


Fin quando dura l’obbligo di mantenere i figli per il genitore separato?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 12 giugno 2012



Il genitore separato deve mantenere il figlio maggiorenne finché questi non raggiunge l’indipendenza economica.

In caso di separazione o divorzio fra i genitori, l’obbligo di versare il contributo di mantenimento per i figli maggiorenni al coniuge presso cui vivono cessa solo quando essi abbiano raggiunto l’indipendenza economica. Tale indipendenza economica si configura solo quando si percepisca un reddito corrispondente alla professionalità acquisita, ma pur sempre parametrato alle normali condizioni di mercato [1].

L’esiguità o meno dell’eventuale reddito deve essere valutata dal giudice, poiché la legge non fissa criteri predefiniti. Di sicuro, non è sufficiente a far venire meno l’obbligo di mantenimento il semplice lavoro saltuario o precario.

E nel caso di prole fannullona? L’obbligo di mantenimento cessa anche qualora i figli si sottraggano volontariamente allo svolgimento di un’attività lavorativa adeguata.

 

 

note

[1] Cass. sent. n. 4555 del 22.03.2012.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

7 Commenti

    1. La finalità dell’accompagnamento è proprio volta a sopperire alle esigenze primarie dell’invalido.

  1. Buongiorno ieri c’e’ stata l’udienza con il tribunale per la causa di divorzio del mio compagno che non e’ stata accettata.
    Oltre tutto il giudice ha sentenziato un mantenimento per le due figli (25 e 18 anni studenti) pari a euro 800 in totale comprensive di tutto.
    Se non il rimborso di euro 2.000 entro fine settembre.
    Inoltre la prossima udienza ci sara’ il 25/9 per stabilire un paino di euro 25.000 che Lei pretende.
    Il mio compagno e’ operaio a part time e’ ha una busta paga di euro 850 euro:
    e’ ammissibile tutto cio?

  2. E nel caso che i figli diventassero vecchi ? motivando sempre la loro dipendenza economica con semplici ” cartoline ricevute di ritorno postali ” oppure ” copie E.mail stampate di curriculm vitae “, per dimostrare che hanno fatto del loro meglio nel cercare il sognato lavoro ma che, in realtà forse lo troveranno dopo parecchio tempo, data la drammattica situazione che sta attravesando il mercato del lavoro. In questo caso può il genitore anziano magari anche pensionato, massacrarsi di fatica ( mettendo a repentaglio la propria salute ) continuando a lavorare per mantenere i figli oramai 26 enni che riescono sempre con varie furbizie e stratgemmi a dimostrare che loro non sono fannuloni ??

  3. Il genitore divorziato può essere obbligato a mantenere una figlia che vive con la madre ( la Parte debole secondo la legge ) rifiutando lei ogni contatto col il proprio padre che la mantiene e persino le sue offerte di lavoro ?? Sono divorziato, ho una figlia 22enne che vive con la propria madre ma che, di lei non so assolutamente nulla da più di quattro anni. Nonostante tutto ho sempre continuato a mandarLe l’assegno di mantenimento senza saltare mai nemmeno un mese da quasi 12 anni. come faccio a sapere se lei sta faccendo del suo meglio nel cercare un lavoro ?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI