Business | Articoli

Pensioni di reversibilità: come si recuperano le pensioni decurtate con la norma antibadanti?

23 Settembre 2016
Pensioni di reversibilità: come si recuperano le pensioni decurtate con la norma antibadanti?

Anche se non si percepisce più la pensione si ha diritto all’indennizzo: tutti i dettagli.

Abbiamo detto qualche giorno fa della sentenza della Corte Costituzionale che aveva stabilito fosse illegittima la norma ribattezzata “antibadanti” il cui scopo era quello di ridurre la pensione di reversibilità in ragione della differenza d’età tra un coniuge e l’altro e degli anni di matrimonio.

Come vi abbiamo promesso vi teniamo aggiornati rispetto alle modalità operative di recupero del maltolto, l’INPS ha infatti emanato una circolare che offre le istruzioni operative relative al calcolo della pensione al coniuge superstite. Andiamo però con ordine con una prima definizione.

Pensione ai superstiti: di cosa si tratta

La pensione ai superstiti, è la prestazione previdenziale che spetta al coniuge o ai figli superstiti del pensionato o del lavoratore deceduto. Si distingue in due macro-tipologie: la pensione di reversibilità (nel caso in cui a decedere sia un pensionato) e la pensione indiretta (quando a decedere è un lavoratore non ancora andato in pensione).

Per maggiori dettagli sul tema consigliamo il nostro approfondimento Pensioni di reversibilità: la guida.

Pensioni di reversibilità: cos’è la norma anti-badanti?

La norma definita in maniera decisamente semplicistica “antibadanti” è la norma, oggi dichiarata incostituzionale, introdotta nel 2011 [1] (leggi Pensione di reversibilità: incostituzionale la norma “anti-badanti” ) che prevedeva una riduzione della reversibilità in maniera inversamente proporzionale alla durata del matrimonio e alla più giovane età del coniuge superstite.

I chiarimenti dell’INPS sulla restituzione di quanto illecitamente tolto 

L’INPS con una sua ultima circolare [2], fornisce informazioni sul calcolo della pensione al coniuge superstite, in ragione dell’illegittimità stabilita dalla Corte Costituzionale [3].

L’Inps, stabilisce che:

  • domande di pensione presentate e non ancora definite: la quota di pensione di reversibilità o indiretta spettante al solo coniuge superstite resta pari al 60% della pensione già liquidata o che sarebbe spettata all’assicurato;
  • per le domande di pensione presentate dai coniugi superstiti di nuova presentazione: medesimo trattamento di cui al punto precedente;
  • pensioni ai superstiti liquidate prima della sentenza, i ratei arretrati sono erogati dal primo giorno del mese successivo a quello del decesso del dante causa, ma solo se non è intervenuta sentenza passata in giudicato;
  • nel caso precedente, ma quando dovesse essere intervenuta nel contempo sentenza passata in giudicato allora ratei arretrati sono erogati dal primo giorno del mese successivo al passaggio in giudicato della sentenza.
  • I ricorsi amministrativi pendenti in materia devono essere riesaminati sulla base dei criteri sopra esposti.
  • per le controversie giudiziarie in corso sarà chiesta la cessazione della materia del contendere.
  • i trattamenti pensionistici ai superstiti che risultino eliminati, verranno rideterminati a domanda degli aventi diritto nei limiti della prescrizione.

Recuperare la pensione per i trattamenti cessati: fare domanda

Mentre, per tutti i procedimenti che sono stati sopra elencati non si prevede alcuna domanda, agendo la normativa in maniera automatica, se si è stati assoggettati alla normativa ora dichiarata incostituzionale e si è ormai cessato di percepire la pensione, al fine di ottenere gli arretrati è necessario fare domanda all’INPS.


note

[1] L. 111/11, DL 98/11 art. 18, c. 5.

[2] INPS, circ.  n. 178 del 21/09/2016.

[3] Corte Cost. sent. n. 174 del 20.07.2016.

Autore immagine: Pixabay.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube