Diritto e Fisco | Articoli

Come interrompere il pagamento delle rate alla finanziaria

28 settembre 2016


Come interrompere il pagamento delle rate alla finanziaria

> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 settembre 2016



Credito al consumo: chi acquista un prodotto o un servizio ma il venditore è inadempiente non deve più pagare la finanziaria collegata al contratto di vendita.

Mettiamo che un soggetto acquisti un elettrodomestico in un grosso store di elettronica e, per poterlo pagare a rate, accetti di firmare un finanziamento suggeritogli dal venditore stesso. Avviene poi che l’oggetto acquistato presenti dei difetti che lo rendono inservibile. Il consumatore si rivolge al centro commerciale che spedisce l’oggetto in assistenza, ma nel frattempo la finanziaria gli continua a chiedere il pagamento delle rate.

Mettiamo anche il caso di un tale che ordini un’automobile e, per non doverla pagare tutta in una volta, accetti un finanziamento che egli stesso riesce a reperire sul mercato. Ma la concessionaria, che gli aveva promesso il mezzo entro un mese, tarda nella consegna, tant’è che l’acquirente perde ogni interesse a riceverla; anche in questo caso, però, la finanziaria non ne vuole sapere di cosa è successo tra l’acquirente e il venditore e continua ad esigere il pagamento delle rate.

Chi ha ragione? L’acquirente che non vuole pagare per un bene o un servizio mai ricevuto? O la finanziaria, che invece non c’entra nulla con l’inadempimento del venditore e ha già anticipato la somma per l’acquisto dell’oggetto?

La soluzione è in una recente sentenza della Cassazione [1]. Sentite bene.

Secondo la Corte, tutte le volte in cui al contratto di vendita è collegato un finanziamento, il consumatore può smettere di pagare le rate della finanziaria quando non riceve il bene o il servizio acquistato. Difatti, anche se la finanziaria è stata scelta dall’acquirente e non dal venditore, tra i due contratti c’è un collegamento: sicché il mancato adempimento del primo si ripercuote sul secondo, rendendolo nullo.

In sintesi: tutte le volte in cui sottoscrivete una finanziaria per l’acquisto di un bene o un servizio fate in modo che, nel contratto in questione, vi sia l’espresso riferimento allo scopo per cui si chiede il finanziamento (appunto l’acquisto di un bene o di un servizio). Solo in tale ipotesi, infatti, qualora il venditore si renda inadempiente, potrete smettere di pagare la finanziaria.

note

[1] Cass. sent. n. 19000/16 del 27.09.2016.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI