Diritto e Fisco | Articoli

Creditori petulanti al bando: non si può insistere con la richiesta di pagamento

26 Giugno 2012
Creditori petulanti al bando: non si può insistere con la richiesta di pagamento

Le richieste di pagamento al debitore moroso, se sono assillanti e reiterate, comportano il rischio di una condanna.

Tempi duri per i creditori petulanti: l’invadenza, anche quando è motivata dall’esigenza di far valere un proprio diritto riconosciuto dalla legge, può costare una condanna.

La Cassazione [1], con una recente sentenza, ha offerto una mano ai “cattivi pagatori” che, esasperati dalle reiterate intimazioni del creditore, arrivano sino al punto di perdere la pazienza.

I giudici hanno infatti condannato una donna che, con insistenti telefonate, aveva chiesto a una coppia di coniugi di completare il pagamento dell’immobile a loro venduto.

Chi diventa petulante – si legge in sentenza – crea un rischio per l’ordine pubblico perché potrebbe dar luogo a una “reazione” del soggetto intimato al pagamento.

Per questo, secondo la Suprema Corte, va punito il creditore assillante, a prescindere dalle ragioni (se fondate o meno) che lo spingono a tale comportamento.

 


note

[1] Cass. sent. n. 25033/2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube