Lavoro e Concorsi | Articoli

Inps, nuovo bando di concorso per quasi mille assunzioni

13 Ottobre 2016
Inps, nuovo bando di concorso per quasi mille assunzioni

Firmato dal Presidente dell’Inps il provvedimento che riorganizza l’ente di previdenza e, insieme al taglio dei dirigenti, prevede la possibilità di nuove assunzioni.

Mai è stato così vicino il bando di concorso per nuove assunzioni all’Inps: dopo anni di voci di corridoio, smentite, conferme e poi di nuovo smentite, finalmente ieri Tito Boeri, presidente dell’Inps, ha annunciato la firma di tre provvedimenti (o meglio chiamati, in questo caso, «determinazioni») che danno il via libera al nuovo piano di riorganizzazione interna dell’ente di previdenza. La riforma della struttura prevede innanzitutto il taglio dei dirigenti e la possibilità di effettuare nuove assunzioni.

L’Inps era già da tempo al centro di una profonda crisi dettata dall’età media dei dipendenti particolarmente elevata (55 anni con un migliaio di pensionamenti previsti per quest’anno e circa 900 l’anno prossimo). La struttura, mai come ora, è bisognosa di un ricambio generazionale (turn over). In questi mesi, poi, sono stati sollevati, dai ministeri vigilanti, una serie di rilievi, in particolare con riferimento alla divisione di ruoli e poteri tra presidente e direttore generale, i criteri di selezione di nuovi dirigenti e la possibilità di effettuare nuove assunzioni con risparmi derivanti dalla riduzione delle nuove direzioni.

È proprio sulla base di queste osservazioni che si muovono i tre atti amministrativi appena firmati, nel delineare un nuovo modello organizzativo più efficiente, anche in vista dei prossimi adempimenti collegati con l’introduzione dell’Ape, il nuovo assegno pensionistico. Innanzitutto le direzioni passano da 48 a 37. Le direzioni centrali passano da 33 a 14, mentre le strutture territoriali di rango dirigenziale aumentano di numero: da 15 a 22.

Con i risparmi che la nuova organizzazione produrrà si potrà procedere a un piano di assunzioni per 900 giovani laureati. Unico ostacolo al nuovo concorso sembrano ancora essere i vincoli previsti sulle assunzioni nella Pa e i limiti imposti dai diversi piani di spending review implementati negli ultimi.

Non resta che aspettare.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube