HOME Articoli

Lo sai che? Ho perso la patente: cosa devo fare?

Lo sai che? Pubblicato il 29 maggio 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 29 maggio 2018

Se si perde la patente, è possibile ottenerne un duplicato in modo semplice e sicuro.

La vita contemporanea di tutti noi è molto frenetica e stressante, fra impegni di lavoro, familiari e personali. La distrazione e la disattenzione di conseguenza, purtroppo, sono dietro l’angolo, e può capitare a chiunque di dimenticarsi un appuntamento, scordarsi un paio di punti dell’infinita lista di commissioni da svolgere, e anche, disgraziatamente, di smarrire il portafoglio con tutti i documenti, o di dimenticarli da qualche parte. Nei casi più gravi, peraltro, è possibile che i documenti vengano sottratti illecitamente al legittimo proprietario. In queste ipotesi, aldilà della seccatura di doversi dedicare anche a queste incombenze ulteriori, è possibile rimediare abbastanza in fretta, anche perchè a seconda del documento smarrito o rubato occorre dotarsi di quello nuovo rapidamente: si pensi al documento d’identità, o alla patente, necessaria per potersi recare a lavoro. Per quanto riguarda quindi in particolare la perdita della patente, vediamo cosa bisogna fare per ottenere un duplicato della patente.

Perdita della patente: cosa fare

Se abbiamo perso la patente (e siamo sicuri di non averla soltanto spostata momentaneamente dal solito posto…) occorre anzitutto che venga denunciato lo smarrimento della patente alle forze dell’ordine (ufficio della polizia di stato o comando dell’arma dei carabinieri), passaggio fondamentale in quanto in grado di mettere al riparo da eventuali sanzioni. La denuncia di smarrimento deve essere presentata entro 48 ore dal momento in cui si è scoperto di aver perso la patente (o smarrito, o ci è stata rubata). Nel caso in cui la patente fosse stata smarrita all’estero, la denuncia deve essere presentata ad un’autorità italiana (ambasciata).

Se la patente dichiarata smarrita, sottratta o distrutta dovesse poi in un secondo momento essere rinvenuta o restituita, il titolare che avesse già denunciato lo smarrimento ha l’obbligo di distruggerla. La stessa procedura deve essere seguita anche nel caso in cui la patente sia danneggiata o risulti illeggibile.

Perdita della patente: cosa occorre

Con la denuncia di smarrimento, l’autorità alla quale vi siete rivolti provvederà ad elaborare un sostituto della patente andata ormai persa: in atre parole, l’autorità provvederà a rilasciare immediatamente un permesso provvisorio di guida.

Per ottenere il permesso provvisorio di guida occorre semplicemente portare con sè un documento di identità valido e due fotografie formato tessera, da consegnare all’ufficiale delle forze dell’ordine al momento della denuncia di smarrimento della patente.

Perdita della patente: il permesso provvisorio di guida

Il permesso provvisorio di guida è quel documento rilasciato dalle forze di polizia contestualmente alla denuncia di smarrimento della patente, e che consente al titolare della patente di circolare liberamente in attesa del duplicato della patente stessa. Viene compilato in triplice copia presso gli uffici di polizia o dei carabinieri, e contiene i dati dal titolare della patente smarrita, la dichiarazione di aver presentato denuncia di smarrimento, perdita o furto della patente, tipo di patente, data e firma. Sul permesso provvisorio di guida è previsto l’inserimento del numero della patente smarrita, ma nel caso in cui il titolare non lo ricordasse non ci sono conseguenze se non viene riportato.

Perdita della patente: patente meccanizzata

In acaso di perdita della patente e di cosa bisogna fare, bisogna precisare tuttavia un aspetto importante, riguardante il fatto che la ptente sia meccanizzata o meno, in quanto le procedure si differenziano. Se la patente risulta meccanizzata, e quindi è censita nell’ archivio nazionale dei cittadini italiani abilitati alla guida ed è duplicabile, saranno le stesse autorità di pubblica sicurezza – i carabinieri o la polizia – ad inoltrare la richiesta per il duplicato della patente. La procedura per riottenere la patente andata smarrita sarà pertanto molto semplice e snella: non è previsto infatti alcun altro adempimento se non quello di consegnare due fotografie formato tessera su sfondo bianco, e quello di apporre una firma nell’apposito riquadro presente sul permesso provvisorio di guida, dal momento che sarà direttamente l’autorità di pubblica sicurezza infatti ad occuparsi degli ulteriori adempimenti.

Una volta raccolta la denuncia, e redatto e sottoscritto il permesso provvisorio di guida in triplice copia, infatti, saranno direttamente le forze dell’ordine ad occuparsi di trasmettere la documentazione ai competenti uffici della motorizzazione civile. La foto e la firma verranno scannerizzate e riportate sulla nuova patente, e l’interessato riceverà poi direttamente a casa il nuovo documento. È previsto il pagamento di una piccola cifra (dell’ammontare di circa 10 euro) alla quale aggiungere le spese postali, da pagare al postino al momento della consegna del nuovo documento.

Perdita della patente: patente non meccanizzata

Diversa è invece la procedura nel caso in cui la patente non sia meccanizzata, in quanto in queste ipotesi sarà l’interessato titolare a doversi recare alla motorizzazione civile di persona. Occorrerà quindi rivolgersi agli uffici della motorizzazione civile per richiedere il duplicato della patente smarrita, presentando una serie di documenti ed in particolare il modello TT 2112 per la richiesta del duplicato, nonchè copia di un documento di riconoscimento in corso di validità, l’attestazione del versamento postale di circa 10 euro e due fototessere, oltre alla denuncia di smarrimento (in originale e in fotocopia) e all’originale del permesso provvisorio di guida. I cittadini extracomunitari dovranno, inoltre, esibire anche il permesso di soggiorno o la carta di soggiorno.

note

Autore immagine: Pixabay.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI