Diritto e Fisco | Articoli

Canone Rai: senza addebito in bolletta devi pagare entro il 31 ottobre

17 Ottobre 2016
Canone Rai: senza addebito in bolletta devi pagare entro il 31 ottobre

Canone TV: non hai ancora ricevuto l’addebito in bolletta? Attenzione: devi comunque pagare entro il 31 ottobre.

Continuano le innumerevoli richieste di assistenza e chiarimento agli sportelli di Federconsumatori in merito all’addebito del canone Rai sulla bolletta della luce. Esattamente come aveva previsto l’associazione di tutela dei consumatori, in questi mesi si sono verificati molti «incidenti di percorso» nelle procedure di addebito e riscossione delle rate, che hanno provocato e continuano a causare non pochi problemi ai cittadini. Il comunicato di Federconsumatori prosegue nei seguenti termini: nelle ultime settimane stiamo rilevando molti casi di utenti intestatari di forniture di energia elettrica ad uso residenziale che, in quanto possessori di almeno un apparecchio televisivo, sarebbero tenuti al pagamento del canone e che tuttavia non hanno ancora ricevuto alcun addebito in bolletta. Chiariamo subito un aspetto fondamentale: la normativa prevede che per l’anno 2016 il pagamento avvenga entro il 31 ottobre, sia per l’addebito automatico in bolletta che nel caso in cui l’imposta venga, per qualsiasi ragione, pagata autonomamente dall’utente. Da ciò deriva che coloro i quali non abbiano ricevuto l’addebito sulla fattura di energia elettrica debbano provvedere al pagamento attivandosi direttamente tramite modello F24 (in posta o in banca), utilizzando il codice tributo TVRI in caso di rinnovo abbonamento o TVNA in caso di nuovo abbonamento.

Purtroppo constatiamo una significativa carenza di informazione e di comunicazione, poiché in vista della scadenza né l’Agenzia delle Entrate né la Rai stanno ricordando questa data decisiva, limitandosi riportare il termine previsto per i pagamenti solo nella sezione dei rispettivi siti web dedicata alla tematica, senza dare adeguata rilevanza alla notizia.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube