Diritto e Fisco | Articoli

Come difendersi dal vicino che non taglia l’erba?

20 Ottobre 2016 | Autore:
Come difendersi dal vicino che non taglia l’erba?

Un giardino trascurato, oltre che antiestetico, può essere causa di cattivi odori. Se il vicino rifiuta il dialogo, si fa reclamo a Comune o Asl.

Cadiamo nella tentazione della banalità e cominciamo dicendo che «l’erba del vicino non sempre è più verde», anzi a volte fa venire i brividi per quanto è alta e trascurata. Magari piena di erbacce e trifogli, lasciata lì in qualche modo. Roba da prendere il tagliaerba, varcare la recinzione e darci un taglio, pur di non vederla così. Ma c’è il rischio che il vicino ci prenda il vizio e, sapendo che ci dà fastidio tutto quel disordine, aspetti che ad intervenire siamo noi.

Come difendersi dal vicino che non taglia l’erba? Cominciare con le buone non guasta, giusto per non prendersi il torto in partenza. Quindi: prima di essere costretti a difendersi dal vicino che non taglia l’erba, conviene tentare la via del dialogo, dopo avere identificato il problema: è un effetto antiestetico? C’è un odore cattivo a causa dei bisognini del cane o del gatto lasciati come concime del prato? Avvistato qualche animaletto sgradevole? Se ne parla. Possibilmente davanti a testimoni (meglio portarsi un parente o un altro vicino al confronto faccia a faccia). Se, oltre a non tagliare l’erba, il vicino non vuole nemmeno aprire le orecchie o ricorre alle intimidazioni oppure promette di fare qualcosa ma poi non fa nulla, si passa alle vie di fatto.

Il vicino non taglia l’erba: raccomandata e foto

Si può cominciare con una lettera formale, in cui si fa l’elenco del disturbo arrecato dall’erba non tagliata e si ricorda quanto detto nel confronto faccia a faccia (ecco perché è importante non essere soli). Si fa una copia della lettera da tenere come prova con la data e la si spedisce al vicino. Meglio portargliela a mano? No. Un timbro postale sulla busta può provare quando è stata inviata, cioè quando è stato detto nero su bianco al vicino che è ora di porre fine al problema.

Altra mossa opportuna per difendersi dal vicino che non taglia l’erba, prima di rivolgersi alle autorità competenti, è quella di scattare qualche fotografia, purché non venga fatto con invadenza e non si varchi la proprietà del vicino (non è legale senza il suo permesso). Se sulle foto resta traccia della data in cui sono state scattate, meglio ancora.

Il vicino non taglia l’erba: reclamo in Comune o all’Asl

Se con le buone non cambia nulla, si passa al piano B. E’ possibile presentare un reclamo alle autorità locali sia recandosi direttamente all’ufficio competente del Comune (l’ufficio igiene), sia rivolgendosi all’Asl, sia contattando, se esiste, un’associazione che difenda i diritti dei proprietari di case. Nel reclamo occorre scrivere tutto quello che è stato detto e fatto in precedenza (il tentativo di dialogo, la lettera, le foto). Un pubblico ufficiale del Comune (un vigile urbano o una persona incaricata) farà un sopralluogo, valuterà la situazione e, con ogni probabilità, informerà il vicino del fatto che è stato presentato un formale reclamo contro di lui. Nel caso l’abitazione fosse in affitto, conviene coinvolgere il padrone di casa: è probabile che nel contratto di locazione ci sia una clausola che obbliga l’affittuario a mantenere il decoro in giardino e, quindi a tagliare l’erba troppo alta. In base ai regolamenti comunali, se il vicino si rifiuta ancora di tagliare l’erba e di mantenere pulito e in ordine il giardino, potrebbe avere qualche problema legale o essere costretto a pagare una multa. Alcuni Comuni hanno fatto delle ordinanze ad hoc che prevedono, ad esempio, che l’erba non superi i 30 centimetri di altezza o che le siepi non invadano i marciapiedi. Chi non rispetta queste regole è tenuto a pagare una sanzione.


note

Autore immagine: Pixabay.com


11 Commenti

    1. Ma vi siete mai seduti nella vostra vita su una sedia in mezzo all’erba alta per ascoltare semplicemente la natura e quello che suscita in voi? Ovviamente una volta che tutte le angosce sono state lasciate andare??? Avete già osservato cosa accade in mezzo a questa meraviglia? Vogliamo proprio continuare a distruggere tutto ciò che ci circonda? Non vi basta l’asfalto ed il cemento che ormai ricopre tutto??? Eppure basterebbe avere il coraggio di andare dallo psicologo… Oggi si può… E cominciare a VIVERE e lasciar VIVERE….

    1. Non e’ questione di essere liberi, e’ questione, al di la’ che dovrebbe esistere un decoro, di pulizia e rispetto per il proprio territorio e per gli altri. LA PULIZIA FA MALE SOLO
      ALLE TASCHE!!!

    2. Mi sembra di vivere in una foresta visto che miei vicini non tagliano l’erba: visto che non c’e’ recinzione passo dall’altra parte e la taglio da solo vicino al mio confine dove c’e’ un ciliegio che appena vedono tutto pulito le vanno a mangiare (non vi pare che ti vogliono prendere per fesso?)

  1. Io prima cosa non guardo mai gli altri per m’è il mio vicino può fare a meno di tagliare l’erba basta che la sua erba non varca il confine e così per le piante
    La maggior parte delle persone secondo mè
    È diventate troppo rompiscatole
    E cattive basta disturbare le persone per un po’ d’erba
    Non siamo più capaci di capire quali sono i veri problemi con questo non voglio dire che un giardino debba avere l’erba alta due metri ma a casa sua uno può fare
    Com’è vuole
    È i rompi balle ci sono in tutto il mondo è per questo che siamo finiti così arrivederci

    1. Concordo, i problemi sono altri, io tollero che il mio vicino ha messo conigli e casetta nel suo giardino, ci mancherebbe se gli desse fastidio l’erba mia del giardino, gli insetti poi vanno dove vogliono se questo fosse il problema. Io sono tollerante, gli altri si attacchino….

  2. La tolleranza ci fa vivere bene. Meglio avere un vicino con l’era alta che un vicino che ci maledice tutti i giorni perchè gli abbiamo fatto tagliare l’erba. E se ha dei bambini rumorosi? E se fuma il sigaro e il vento porta il fumo dalla nostra parte? E se ha i pantaloni non abbinati con la giacca? E se la moglie (marito) è troppo brutta da vedere? E se è troppo bella/o e ci turba? E se fa una festa di compleanno con tanti invitati? Essere in pace col mondo ( e col proprio vicino) è la cosa più bella che può capitare nella vita, più dei soldi e della fama.

  3. io invece ho avvisato il vicino con le buone maniere , ho chiamato in comune, ma siccome la mia è una seconda casa
    il comune se ne frega , mi ha risposto che devo vedermela privatamente con il mio vicino, che non ci sente, la moglie lavora in comune è questo io lo chiamo abuso di potere. il problema è che puzza di carogne perche alcune galline sono morte in quanto non riuscivano piu a scavalcare il recinto, alberi ad alto fusto che tra un po mi arrivano in casa, per non parlare dei rovi che ormai sono nella mia proprieta,
    Sono dei mafiosi cattivi, montagnini ignoranti e prepotenti
    Io pago le tasse regolarmente. Ci sono degli inciuci incredibili, Ma qualche politico li protegge ed io mi arrabbio inutilmente.
    Venderei questa casa , ma ho speso per rimetterla in quadro e non riprenderei mai i soldi investiti.
    Io non so piu’ a chi rivolgermi.
    In Italia le leggi dove sono ?

  4. E se i miei vicini sono in affitto? A chi spetta tagliare l’erba a loro(un marocchino e un senegalese)oppure al proprietario?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube