Equitalia chiude il 1° luglio

21 Ottobre 2016


Equitalia chiude il 1° luglio

> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 Ottobre 2016



Arriva Agenzia delle Entrate – Riscossione; dopo tre anni, invece, tutti i compiti di Equitalia verranno completamente assorbiti dall’Agenzia delle Entrate.

Il prossimo 1° luglio Equitalia chiude. Probabilmente tutti gli sportelli non ci saranno più e i contribuenti dovranno rivolgersi all’Agenzia delle Entrate. Che, per l’occasione, si chiamerà «Agenzia delle Entrate – Riscossione»: un ente pubblico economico autonomo. Quest’ultima erediterà compiti dipendenti (e, quindi, anche mentalità) di Equitalia: dall’invio delle cartelle di pagamento, alla vera e propria riscossione coattiva mediante pignoramenti, ipoteche e fermi. Questo solo in una prima fase. La seconda, invece, partirà dopo tre anni e comporterà la completa unificazione tra Agenzia delle Entrate – Riscossione e Agenzia delle Entrate. Con il totale assorbimento di Equitalia nei compiti di quest’ultima.

È questa la road map disegnata dal Governo in queste ultime ore e che vedrà affisso, sugli sportelli di Equitalia, il cartello «chiuso per cessata attività» già dal prossimo 1° luglio.

I 7.935 dipendenti a tempo indeterminato di Equitalia passeranno al nuovo ente mantenendo il rapporto di lavoro di diritto privato e la posizione previdenziale, con una garanzia di mantenimento della «posizione giuridica ed economica maturata alla data del trasferimento».

note

Autore immagine: laleggepertutti.it/palumbo


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI