Lavoro e Concorsi | Articoli

Concorso 1000 cancellieri: ecco i posti disponibili

21 Ottobre 2016 | Autore:
Concorso 1000 cancellieri: ecco i posti disponibili

Concorso cancellieri: 200 posti mediante scorrimento graduatorie, 800 posti tramite concorso; a breve la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale.

Firmato dal ministro Orlando il decreto che autorizza l’assunzione di 1000 unità di personale non dirigenziale nei ruoli dell’Amministrazione giudiziaria. Dopo la firma anche del ministro Madia, il decreto sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Nello schema di decreto è prevista la seguente suddivisione dei 1000 posti messi a concorso:

1) 200 posti saranno assegnati mediante scorrimento delle graduatorie e sono così ripartiti:

  • 115 assistenti giudiziari;
  • 60 funzionari informatici;
  • 25 funzionari contabili.

Le graduatorie oggetto di scorrimento saranno quelle ancora in corso di validità per precedenti concorsi banditi dalle amministrazioni centrali e dal comparto Ministeri, dalle Agenzie e dagli enti pubblici non economici centrali, nonché quelle dei concorsi Ripam banditi dagli enti locali. Viene data precedenza alle graduatorie dei vecchi concorsi banditi dal Ministero della Giustizia.

2) 800 posti sono invece destinati all’assunzione mediante procedure selettive e concorso pubblico e sono relativi ai profili di:

  • funzionario giudiziario, area funzionale III, fascia retributiva F1;
  • assistente giudiziario, area funzionale III, fascia retributiva F2;
  • assistente contabile, area funzionale II, fascia retributiva F2.

I bandi per questi profili saranno pubblicati a partire dal 21 novembre 2016. Dovranno essere riconosciuti come titoli utili anche i percorsi professionali maturati presso gli uffici giudiziari come quelli compiuti dai tirocinanti laureati.

I bandi specificheranno le modalità di svolgimento del concorso e le relative prove.

È possibile consultare qui il testo dello schema di decreto per concorso cancellieri 2016/2017.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube