Diritto e Fisco | Articoli

No all’etilometro se soffri di asma

3 luglio 2012


No all’etilometro se soffri di asma

> Diritto e Fisco Pubblicato il 3 luglio 2012



Non può essere sanzionato chi non riesce a soffiare nell’etilometro perché soffre d’asma.

Chi soffre d’asma e, a causa di ciò, non riesce a effettuare il test dell’etilometro, non subisce le conseguenze penali previste, in questi casi, dal codice della strada [1].

Un’ordinanza che moltiplicherà, forse, il numero di certificati medici, quella appena emessa dal Tribunale di Milano [2].

Nel caso di specie, un conducente, fermato dopo un incidente, nonostante nove tentativi, non era riuscito a soffiare nell’apposito apparecchio per il test dell’alcol. Perciò, gli agenti gli avevano contestato il rifiuto a collaborare ai fini della verifica del tasso di alcolemia.

Il Tribunale, invece, ha annullato tali sanzioni. Secondo il giudice, infatti, quando l’automobilista sia impossibilitato, a causa di una patologia, a sottoporsi all’etilometro, tale comportamento non può considerarsi come un rifiuto volontario. Quindi, mancando la volontarietà della condotta a “non collaborare”, nessuna punizione potrà essere inflitta al portatore della sindrome da asma.

(Di seguito il testo integrale dell’ordinanza)

Tribunale Milano, sez. indagini preliminari, ordinanza 07.06.2012

Tribunale di Milano

Sezione per le Indagini Preliminari

Ordinanza 6 – 7 giugno 2012 (G.I.P. Dott. Salemme)

Fatto e diritto

IL PUBBLICO MINISTERO

Visti gli atti e rilevato che:

- il fatto non costituisce reato difettando l’elemento soggettivo (l’indagato si è volontariamente sottoposto alle precedenti misurazioni ed è plausibile che non si sia sottoposto all’ultima per ragioni di salute così come documentato)

Chiede l’archiviazione del procedimento

IL GIUDICE

Letti gli atti del procedimento.

Esaminata la richiesta di archiviazione del Pubblico Ministero.

Ritenuto che la stessa vada condivisa e che non si prospetta allo stato l’utilità di ulteriori indagini;

visto l’art. 408 e ss. c.p.p.

P.Q.M.

Dispone l’archiviazione del procedimento, con restituzione degli atti d’ufficio del PM;
nulla osta, ai fini del giudizio penale, (omissis)

 

note

[1] Art. 186, settimo comma, Codice della strada.

[2] Trib. Milano, sez. indagini preliminari, ordinanza del 07.06.2012.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Salve, io soffro di rinite vasomotoria, quindi le narici si chiudono e non respiro.
    Posso evitare di incorrere nelle sanzioni di cui all’atr. 186 comma 7, rifiutandomi?
    grazie per la collaborazione..

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI