HOME Articoli

Lo sai che? Se vengo licenziato e ho partita Iva posso rifare l’Isee?

Lo sai che? Pubblicato il 23 ottobre 2016

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 23 ottobre 2016

Grazie all’Isee corrente è possibile fotografare il reddito del contribuente anche nel corso dello stesso anno e, così, aggiornarlo ad eventi come la perdita del lavoro conseguente a licenziamento, nonostante la presenza di una partita Iva.

Chi perde il lavoro dipendente a tempo indeterminato (magari perché è stato licenziato) e, allo stesso tempo, è anche titolare di partita Iva può presentare lo stesso il Modulo sostitutivo per il calcolo dell’Isee corrente e ottenere una rettifica della propria posizione reddituale. Con la conseguenza che, se prima non poteva accedere a determinati servizi sociali, vi potrebbe avere diritto successivamente. È quanto chiarito dall’Inps nelle proprie Faq di recente pubblicate sul proprio sito.

In particolare, chi perde il lavoro dipendente a tempo determinato ed è, contemporaneamente, titolare di partita Iva può presentare il Modulo sostitutivo [1]. È a tal fine necessario che si sia verificata l’interruzione dell’attività da lavoro dipendente. Il calcolo sarà rilasciato dall’Inps ma solo in presenza di variazione dell’Indicatore reddituale superiore al 25%.

note

[1] Ai sensi dell’art. 9, co. 1, DPCM 159/2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI