Business | Articoli

Jobs act, come cambia il contratto di solidarietà espansivo

5 Ottobre 2016
Jobs act, come cambia il contratto di solidarietà espansivo

Il contratto espansivo può includere anche il contratto di solidarietà difensivo. Ecco le modifiche introdotte al Jobs Act.

Il correttivo al Jobs Act ha introdotto numerosi cambiamenti nella nuova disciplina del lavoro in vigore dal 2015.

Tra tali cambiamenti uno di quelli potenzialmente più rilevanti, ma che ancora stenta a trovare la sua strada di sviluppo, riguarda il contratto di solidarietà.

Ecco di cosa si tratta e come viene modificato dal correttivo del Jobs Act.

Cos’è il contratto di solidarietà

I contratti di solidarietà sono accordi, stipulati tra l’azienda e le rappresentanze sindacali, aventi ad oggetto la diminuzione dell’orario di lavoro al fine di:

  • mantenere l’occupazione in caso di crisi aziendale e quindi evitare la riduzione del personale (contratti di solidarietà difensivi,art. 1 legge 863/84);
  • favorire nuove assunzioni attraverso una contestuale e programmata riduzione dell’orario di lavoro e della retribuzione (contratti di solidarietà espansivi art. 2 legge 863/84).

Quest’ultima tipologia tuttavia ha avuto scarsissima applicazione nel nostro Paese.

Contratti di solidarietà: le modifiche introdotte dal correttivo al Jobs Act

Il correttivo del Jobs Act ha provato a rilanciare il contratto di solidarietà espansivo, dando la possibilità alle aziende coinvolte di far confluire in questo istituto il contratto di solidarietà difensivo, con il fine ultimo di favorire nuove assunzioni, sostenendo il ricambio generazionale.

Qusta operazione si concretizza in un passaggio dal contratto di solidarietà difensivo al contratto espansivo per i contratti difensivi in corso da almeno 12 mesi alla data di entrata in vigore del decreto e quelli stipulati prima del 1° gennaio 2016.

Il passaggio deve avvenire nelle forme individuate per la stipula dei contratti di solidarietà espansivi, tuttavia la riduzione dell’orario non può superiore né aumentare la durata del Contratto difensivo iniziale.

Contratto di solidarietà: cosa cambia per lavoratori e imprese nel passaggio da difensivo ad espansivo

Con le modifiche introdotte dal correttivo al Jobs act, nello switch dal contratto difensivo al contratto espansivo:

  • il lavoratore non subisce perdite rispetto al sostegno ricevuto durante il contratto difensivo;
  • per l’impresa scatta la non imponibilità a fini previdenziali della quota di integrazione prevista a proprio carico.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube