HOME Articoli

Lo sai che? Come fare denuncia alla polizia postale

Lo sai che? Pubblicato il 1 novembre 2016

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 1 novembre 2016

Reati commessi attraverso internet: ecco cosa bisogna fare e dove bisogna recarsi per sporgere denuncia o presentare una segnalazione.

Per fare denuncia alla polizia postale occorre recarsi presso l’ufficio competente più vicino (l’elenco è disponibile sul sito commissariatodips.it). In ogni caso, sul sito web appena citato si può compilare una denuncia on line, direttamente da casa o dal proprio ufficio: il sistema genera una ricevuta e con questa bisognerà recarsi personalmente all’ufficio di polizia postale prescelto. Qui il cittadino dovrà firmare la denuncia fatta su internet, che così assumerà valore legale.

Quando fare denuncia alla polizia postale

La polizia postale è competente ad indagare su qualsiasi reato commesso attraverso il web. La crescente diffusione delle nuove tecnologie, dei social network, dei sistemi di pagamento on line ha reso internet un ambiente particolarmente adatto alla commissione di frodi, estorsioni e delitti di qualsiasi genere. Il mezzo informatico è utilizzabile da chiunque: i dati personali contenuti nella rete e le operazioni finanziarie compiute attraverso internet richiedono, quindi, un sistema di tutela all’altezza.

La polizia postale si occupa, appunto, di ricevere segnalazioni ed indagare su tutti i possibili crimini compiuti attraverso internet. In particolare, si può fare una segnalazione o sporgere denuncia alla polizia postale quando si è a conoscenza o si è vittima di reati in materia di:

  • e-commerce: truffe e altri crimini subiti durante la vendita o l’acquisto di prodotti on line;
  • phishing: truffe mediante posta elettronica, con le quali i criminali si fingono esponenti di banche, società, portali web e quant’altro allo scopo di rubare alla vittima informazioni e dati personali;
  • hacking: l’intrusione non autorizzata in un sistema informatico al fine di danneggiarlo o colpire determinati obiettivi;
  • pedopornografia: la polizia postale riceve segnalazioni e indaga sulla diffusione di immagini di violenza sessuale sui minori e stila una black list dei siti web pedofili;
  • cyberterrorismo: l’utilizzo delle nuove tecnologie da parte dei terroristi italiani e stranieri;
  • attacchi informatici alle «Infrastrutture critiche» del Paese: la polizia postale protegge da pericoli telematici le aziende e gli enti che garantiscono il funzionamento dello Stato (ad esempio quelli operanti nel settore dell’energia, delle telecomunicazioni o della sanità);
  • e-banking: circolazione e gestione del denaro on line (ormai è possibile gestire il proprio conto corrente attraverso il sistema informatico messo a disposizione dalla propria banca);
  • copyright: diffusione illegale di file protetti dai diritti d’autore (film, musica ecc.);
  • giochi e scommesse on line: la polizia postale monitora il web e individua le attività e i siti non autorizzati dallo Stato.

Come fare denuncia alla polizia postale

Per sporgere denuncia occorre recarsi in uno degli uffici della polizia postale presenti sul territorio nazionale. L’elenco delle sedi è disponibile sul sito commissariatodips.it. Sempre su tale sito, poi, è possibile usufruire del nuovo sistema di denuncia on line. Si tratta di un meccanismo che permette di denunciare il reato informatico direttamente da casa, accelerando così i tempi e semplificando le modalità di presentazione. Per inserire l’atto è necessario registrarsi al sito (selezionando «accedi», in alto a destra della homepage) e poi, sempre nella homepage, cliccare su «collabora».

In realtà, la denuncia on line è solo uno schema di denuncia: una volta completata, verrà generata una ricevuta telematica con cui bisognerà, sempre e comunque, presentarsi all’ufficio di polizia postale più vicino. Il sistema chiede infatti all’utente di scegliere (da un apposito elenco) uno degli uffici abilitati a ricevere una denuncia on line. Il cittadino dovrà recarsi presso quello selezionato e presentare la ricevuta telematica. Presso l’ufficio sarà poi possibile integrare la denuncia. È fondamentale evidenziare che l’atto assume valore legale di denuncia solo con la sottoscrizione del cittadino davanti all’ufficiale di polizia.

Il sistema di denuncia online, quindi, consente di velocizzare i tempi e semplificare le pratiche burocratiche: l’atto viene compilato comodamente da casa e ci si dovrà recare personalmente all’ufficio di polizia postale solo per sottoscriverlo. Lo stesso sistema può essere utilizzato, sempre sul sito della polizia postale, per denunciare il furto o lo smarrimento di documenti, armi, veicoli, targhe e così via. Anche in questo caso occorre selezionare un ufficio di polizia (o anche un comando di carabinieri) presso il quale ci si dovrà recare per firmare l’atto.

Sul sito della polizia postale, inoltre, è possibile effettuare una segnalazione circa qualsiasi reato informatico di cui si abbia notizia: la polizia postale indagherà su quanto segnalato dal cittadino. Sempre per quanto riguarda i crimini telematici, il sito internet indicato consente di essere costantemente aggiornati sui nuovi pericoli della rete (sezione «notizie»). É possibile inoltre rivolgere domande agli operatori nell’apposito «forum».

Ancora, si può scaricare la modulistica necessaria per ottenere autorizzazioni e licenze in materia di passaporti, armi e immigrazione.

Per fare denuncia alla polizia postale bisogna recarsi all’ufficio competente più vicino.

Tramite internet è possibile compilare la denuncia direttamente da casa o dal proprio ufficio: occorre poi recarsi personalmente presso un ufficio di polizia postale per sottoscriverla. Senza la firma, infatti, la denuncia non ha valore legale.

Sempre sul sito internet della polizia postale si può segnalare la commissione di un reato informatico, aggiornarsi sulle nuove frodi telematiche, denunciare furti e smarrimenti, scaricare moduli per ottenere autorizzazioni e licenze amministrative.

note

Autore immagine: Pixabay


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

30 Commenti

    1. Salve,
      oggi si chiama Ernesto e vende un generatore di corrente honda per 270 € più 35 spedizione, che dirvi grazie a voi e quello che c’è scritto qui mi sono salvato in calcio d’angolo.
      Grazie ancora per avere postato le vostre esperienze.

    2. Salve..vorrei proprio capire anche io il perché sta così difficile riuscire a fare una denuncia online

  1. DENUNCIA DI TENTATIVO DI ESTORSINE DI DENARO

    PER QUESTIONI INERENTI LA MIA VITA PRIVATA OMETTO LE MIE GENERALITA’. CON LA PRESENTE INTENDO DENUNCIARE UN TENTATIVO DI ESTORSIONE DI DENARO DA PARTE DI UNA RAGAZZA FRANCESE CHE SI CHIAMA CARINE DERNIE (QUESTO E’ IL NOME CHE HA SU FACEBOOK), LA QUALE CIRCA DUE GIORNI FA MI HA CHIESTO L’AMICIZIA SU FACEBOOK. OGGI POMERIGGIO INVECE VIA MESSANGER MI HA CONTATTATO ED ABBIAMO AVUTO UNA BREVE CONVERSAZIONE PRIVATA, DOPO DI CHE’ MI HA CHIESTO SE VOLEVO VEDERLA IN CAM ED IO HO ACCETTATO, APPENA ACCESA LA CAM LEI ERA NUDA SU UN LETTO E SI STAVA MASTURBANDO, E MI HA CHIESTO DI FARLO ANCHE IO, PRESO DALLA LIBIDINE HO INIZIATO A MASTRURBARMI. SUBITO DOPO MI HA FATTO VEDERE LA REGISTRAZIONE DELLA MIA MASTURBAZIONE DICENDOMI DI AVER REGISTRATO LA MIA MASTURBAZIONE E CHE SE NON GLI DAVO 4.000 EURO AVREBBE MESSO IN RETE IL VIDEO. INIZIALMENTE HO CERCATO DI DIRGLI CHE NON AVEVO TUTTI I SOLDI CHE MI CHIEDEVA, MA LEI INSISTEVA DICENDOMI CHE AVREBBE MESSO IN RETE LA REGISTRAZIONE. ALLORA L’ HO CANCELLATA DALLA LISTA DI AMICIZIE E NON HO PIU’ RISPOSTO AI SUI SOLLECITI DI INVIO DI DENARO. NELLA RICHIESTA MI DICEVE CHE SE NON GLI DAVO I SOLDI AVREBBE MANDATO IL FILMATO IN RETE A TUTTI I MIEI CONTATTI DI FACEBOOK (COMPRESI PARENTI, AMICI E CONOSCENTI).
    TANTO SI SEGNALE PER LE AZIONI DI COMPETENZA AL FINE ANCHE DI EVITARE CHE ALTRI POSSANO ESSERE VITTIMA DI ESTORSIONI.

  2. In data 21-02-2017 ho accquistato sul sito subito . it un carrello portamoto 3 posti messo in vendita da il sig. Marco di Bolzano cell.3273217466 facendo una ricarica a postepay n.4023600941803746 intestata alla moglie sig.ra Deo Geletta Paola cod. fisc.dglpla89e68d205p dicendomi che melo avrebbe spedito in giornata,ma ad oggi non risponde piu’ al telefono ed il carrello non è ancora arrivato ,la cosa mi puzza di truffa se qualcuno mi puo’ aiutare accetto consigli.Cordiali saluti Valter cell:3394592648

    1. Il carrello se è targato non può essere venduto così bisogna fare passaggio di proprietà se invece è un carrello appendice no.
      In ogni caso nessun corriere ritira e consegna veicoli per spedire un carrello bisogna metterlo dentro una cassa di legno che costerebbe parecchio intorno ai 300 euro in più ci sono i costi di spedizione come pallet.
      Mi dispiace ma questa persona ti ha truffato e ho paura che la cosa non sia denunciabile perché non hai alcun documento in mano.
      Al prossimo acquisto vai a ritirarlo di persona passaggio presso agenzia es sermetra e il denaro glielo dai in agenzia e se è un carrello appendice sono dopo aver scritto di pugno regolare contratto in doppia copia con la firma delle due parti mai prima e dopo aver verificato il numero di telaio che sia giusto e libero da grava i e ipoteche

    2. Info PER TUTTI nessun corriere ritira e consegna veicoli che siano motorini o carrelli
      Per spedire un veicolo e necessario metterlo dentro una cassa e spedirlo come pallet

  3. In data 22-02-2017 anche io ho accquistato come Valter sul sito subito . it un carrello portamoto 3 posti messo in vendita da il sig. Marco di Bolzano cell.3273217466 facendo una ricarica a postepay n.4023600941803746 intestata alla moglie sig.ra Deo Geletta Paola cod. fisc.dglpla89e68d205p dicendomi che melo avrebbe spedito in giornata,ma ad oggi non risponde piu’ al telefono ed il carrello non è ancora arrivato.Domani andro’ a fare querela se qualcuno si trova nelle stesse condizioni non esiti a contattarmi. Cordiali saluti Fabio cell:3475444166.

    Risp

    1. La stessa situazione è successa a noi con 900€ ….di traile per cavalli….cavolo sono un sacco di soldi e non quel bastardo non risponde più da ieri …solo che con noi ha usato il nome Alberto di Ascoli Piceno e con un altro numero di telefono ma il numero della postpay è quello è sempre intestata alla moglie questo bastarvi sta truffando troppe persone in pochissimi mesi

      1. Vi chiedo gentilmente di fare QUERELA.
        Più querele ci sono più è facile che venga fermato.
        Nel frattempo potete mica scrivermi il vostro numero numero di telefono che avrei il piacere di contattarvi un attimo?
        Inoltre scrivete il nuovo numero di telefono che utilizza per le ultime truffe?
        Grazie

    2. La stessa situazione è successa a noi con 900€ ….di traile per cavalli….cavolo sono un sacco di soldi e non quel bastardo non risponde più da ieri …solo che con noi ha usato il nome Alberto di Ascoli Piceno e con un altro numero di telefono ma il numero della postpay è quello è sempre intestata alla moglie questo bastarvi sta truffando troppe persone in pochissimi mesi

  4. Buongiorno, stessa situazione, la Sig.ra Deo Geletta Paola cod. fisc.dglpla89e68d205p, stavolta ha messo in vendita una casetta in legno con la richiesta di pagamento sulla carta Postepay n.4023600941803746.
    Fortunatamente un paio di cose che mi ha detto mi hanno insospettito e ho messo il numero di carta postepay su google e ho trovato questo sito di denuncia.
    Se a qualcuno interessa, prima della verifica mi sono fatto mandare indirizzo: Via Emiliani 8, Magenta (MI) e il cell che ha usato è 351 0046091. Spero di essere stato utile a qualcuno.
    Paco

  5. Buona sera a tutti io avevo fatto un acquisto di un organetto su ebay un mese fa,il venditore a accettato la mia offerta di €310 con bonifico b. ,il Sig.Andrea R.a tolto l’annuncio dicendomi che arrivava tra 3 giorni,mi aveva anche mandato un suo clip video con l’organetto,passano i giorni e lui mi evade sia con telefono e con email ,adesso non risponde con nessun telefono o cellulari che ho,sparito completamente,ho allertato l’Ebay si la persona e seria o no,mi hanno risposto che hanno tolto sia il nome che i sui annunci e di contattare la Polizia Postale,ditemi come devo comportarmi?grazie

    1. Vai alla Polizia Postale e fai querela (Porta più documenti possibili stampati).
      Magari avendo effettuato bonifico avrai più possibilità di recuperare i soldi rispetto a noi che abbiamo fatto la ricarica Postepay.

  6. Utilizzando le credenziali di una mia collega (che conoscevo e non ho ottenuto con mezzi illegali quali phishing o simili) sono entrata nel db della mia ex azienda (titolari truffaldini, ciarlatani e disonesti che non pagano i dipendenti e sono gia stati denunciati più volte all’ispettorato del lavoro), si sono accorti dell’intrusione perchè ho fatto qualche piccolo dispetto. L’indirizzo IP dal quale sono entrata è a sua volta di un’altra azienda.
    Minacciano denuncia alla polizia postale ma non avendo sottratto nulla ne soldi ne informazioni, verranno ascoltati dalla suddetta polizia?

  7. Salve io ho in problema. Ce una persona, donna in Fb che e convinta che suo marito la tradisca con me! Il fatto e che siamo a migliaia di km di distanza e io vivo in un altro paese….ricevo continue minacce e offese. Non ce verso di farle capire che ha sbagliato persona! Cosa dovrei fare in questo caso. E se è possibile fare qualche denuncia?!

  8. Salve io ho in problema. Ce una persona, donna in Fb che e convinta che suo marito la tradisca con me! Il fatto e che siamo a migliaia di km di distanza e io vivo in un altro paese….ricevo continue minacce e offese. Non ce verso di farle capire che ha sbagliato persona! Cosa dovrei fare in questo caso. E se è possibile fare qualche denuncia?!

  9. A mio figlio Donati Alessandro e’ stato aperto un doppio accaunt con foto porno aiutatemiiiii

  10. Salve, in data 06/06/2017 mi è stato girato su watsapp, tramite amici (che poi li ho bestemmiati come un turco…) un link riguardante un Voucher gratuito da 250euro, della LIDL, per curiosità ho aperto il link, dove mi si chiedeva di partecipare a un sondaggio per ricevere il buono, fatto sta che stupidamente senza manco assincerarmi…ho proceduto a rispondere al sondaggio il quale mi ha reindirizzato a un’altro sito: la “Lafabbricadeipremi” dove mi comunicava di aver vinto un Iphone7, chiedendomi indirizzo, email e numero di telefonino. Purtroppo ho fornito i miei dati, e solo dopo mi ero reso conto della caxxata che avevo fatto scoprendo che si trattava di una truffa che gira su Watsapp. Ho quindi chiamato subito il mio gestore telefonico ed ho chiesto il blocco degli addebiti da parte terzi. La società in questione che mi ha anche inviato mail di conferma è Lafabbricadeipremi ADSALSA PUBLICIDAD S.L. – Adsalsa Italia Publicidad Succursal – Via Roma, 16 20091 Bresso – Milano – P.IVA C.F. : 06723050966 – 0247921660 Sr. Hidalgo. Come posso tutelarmi? in caso, mi venissero recapitati richieste di pagamento?devo esporre denuncia? premetto che hanno solo il mio num di cell e indirizzo di residenza, non ho fornito loro nessun numero di cc o altro.

  11. su una chat. dove mi hanno invitato, in cam. una donna conoschta in chat. che voluto invitarmi su skipe. e mi ha chiesto svestirci per amore erotico, dicendo di togliermi gli slip. se no non sareistato un uomo. ma io ho detto lei ce non era buona cosa fare, ma insitito tanto, dicendo era sicuro che non cera pericolo, eio ho acettato. nrelattimo dopo cke cisiamo scanbiati mesaggi, elei haconinciato spogliarsi, ho fatto anche io, visto che melo avevachiesto, poi un tratto il video sie interotto, ela comunicazione pure. e venuto un mesaggio di un ricattto sul video, catturato pocansi dal pirata. o lui o lei. ora la donna, che era con me, in chat ein cam, non so se fosse ,la conplice. per fare questo, apoveri disgraziati come me, che in cerca, di una fidanzata, si sono rivolti a queste chat, ora mi sta rccattando, anzi mi ha minacciato!!! di publicare il video avoi. chiedo.! il vostro aiuto. e un francese haker .ho fatto alcuni scrinchot. di skipe. e li che mi ha inpadronito della mia pravasi . questo non dovrebbe accadere. era la prima volta che mi sono mostrato in cam: sono marco lovi , dallitalia . sono un operaio metalmeccanico, ho 56 anni , io non avrei mai, e poi ma,i publicato, la mia vita privata, a nessuno! e nemmeno condiviso .! sono una persona, quelle chsi fanno hiamare, nerds chiamare nerds1 poca vita sociale , non sono un!! pedofilo!! allora lo siamo tutuuti? se uno requisise i smrtfone di tutti iparigi ni, dei giovani, e meno giovan,i sino tutti pieni di vide, brevi fattcon i smartfone, con argomento sesso spero mi potete aiutare afermare questo, bastardo, che vuole publicare , se non lo ha gaa buonasera gendarmeria francese. ho una persona cattiva, che mi ricatta, sono stato fatto? ai miei contatti miei amici genitori piataforme, come youtube o altro? fermatelo io di piu non posso fare questo e sucesso 2 settimame fa saluti marco io sono la vittima (cool) .qualcuno mi puo aiutare tutto questo e sucesso su skipe haker francese poi mi e arrivata una mail da un guardiano dello scanbiodati piattaforma digitale fra scanbio italia e francia mi si chiedeva di rimuovere ifilmati che il pirata cercava di inmmettere sulla piattaforma francese eche dovevo dire tutto questo alla gendarmeria francese cosi ho fatto gliho raccontato tutto laccaduto della mia disaventura e mi consigliavano di pagare il pirata cosi potevano vedere in vhe posto portavai soldi pagamento tramite la western union accont fitizio in marocco se non avessi acettato di collaborare per incastrarlo mi avrebbero denuciato per pedofilia 5 anni di carcere 15.000£di multa ho fatto tutto quello che mi hanno chiesto dellgerdarmeria francese ufficiale un certo mateou ho pagato la western union 250£ DI PIU NON NE AVEVO SONO UN OPERAIO ho fatto tutto quello che mi chiedevano la ricevuta lo data prima aa loro alla gendarmeria per poter vedere di catturare laker quando andava ad accedervi al conto passato un giorno lacher mi manda un mesaggio suskipe e email isoldi erano buoni ene voleva deglialtri per sua madre morente in ospedale 1000£ io detto non neho lo mandato al diavolo elagendarmeria non riuschi astanarlo mi chiese di accintentarlo con un altro po di denaro da dare al pirata per vedere dove aveva il suo conto e prenderlo in fragrante ho detto non ho sdoldi per farlo al ufficiale mateou mi ha detto potrebbe andarmi male se non pago un altra volta allora aquesto punto come e la faccenda anche la gendarmeria e fasulla oe lo stesso haker chesi spaccia per quella ? io ora non faccio piu nulla vorra dire mi aresterano per unostrip in cam ghermito da un batardo pirata informatico francese sulla piattaforma di skipe aiutatemi io sono la vittima non il delinquene di turno ma una brava persona lunico sbaglio edi esere fattosi incantare dauna bellasirena come ulisse di itaca cosa consigliatedirecarmi in polizia postale

  12. Vorrei denunciare sito web pedopornografico ma senza reggistrarmi perche in italia a fare del bene va male il contrario vedo esperienze personali è più tutelato
    Come posso fare ?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI