Business | Articoli

Europa Creativa Audiovisivi: come funziona?

7 Ottobre 2016 | Autore:
Europa Creativa Audiovisivi: come funziona?

Europa creativa settore audiovisivi: ecco come funzionano le tre call per il settore di media e film per il bando UE per la cultura.

Fa parte di Europa Creativa anche MEDIA, il sottoprogramma dedicato a finanziare il settore audiovisivo.

Mentre il settore Cultura di Europa Creativa prevede 2 linee di finanziamento – per approfondimenti ti invitiamo a consultare Europa Creativa Cultura: come funziona.

Europa Creativa Audiovisivi: 3 linee di finanziamento

Sostegno alla programmazione televisiva

La prima linea di finanziamento è dedicato al sostegno alla programmazione televisiva di opere audiovisive europee ed ha un budget pari a 12,5 milioni.

I costi finanziati corrispondono al 70% dei totali ammissibili. Possono presentare progetti le società europee indipendenti di produzione audiovisiva produttrici di maggioranza dell’opera nel rispetto delle due scadenze previste: il 24 novembre 2016 e il 25 maggio 2017.

Supporto a lungometraggi e documentari

La seconda linea supporta progetti singoli relativi ai lungometraggi alle animazioni e ai documentari.

La lunghezza minima deve essere di 60 minuti destinati in primo luogo per il circuito cinematografico;

È inoltre possibile finanziare documentari creativi di durata di almeno 50 minuti destinati in primo luogo a fini di sfruttamento della piattaforma digitale.

Il contributo finanziario massimo che può essere assegnato per singolo progetto è una somma forfettaria di:

  • 60mila euro in caso di animazione;
  • 25mila euro in caso di documentari creativi;
  • 50mila euro in caso di fiction se il budget di produzione stimato è pari o superiore a 1,5 milioni di euro;
  • 30mila euro nel caso della fiction se il budget di produzione stimato è inferiore a 1,5 milioni di euro.

Le scadenze per il 2017 sono 17 novembre e 20 aprile.

Terzo invito per film non nazionali

Il terzo invito punta a supportare la distribuzione di film non-nazionali ed è intitolato “Distribuzione sistema cinema selettivo”. Sono finanziabili campagne di distribuzione di film europei ammissibili, presentate come parte di un gruppo di minimo sette distributori coordinati dall’agente di vendita del film.

Per partecipare al programma i candidati devono essere distributori cinematografici e teatrali europei che svolgono attività commerciali intese a portare all’attenzione del vasto pubblico film ai fini della loro fruizione nei cinema e le cui attività contribuiscono al conseguimento degli obiettivi di cui sopra.

Anche in questo caso il contributo finanziario è una somma forfettaria compresa tra 2800 e 150mila euro, in base al numero di schermi raggiunto nella prima settimana di uscita .

Il budget dell’invito è pari a 9. 750. 000 euro. I termini per la presentazione delle candidature sono il 1 dicembre 2016 e il 14 giugno 2017.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube