Diritto e Fisco | Editoriale

Le lacrime di coccodrillo di Monti

9 luglio 2012 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 luglio 2012



In calo gli incassi delle lotterie: il Governo si lamenta.

Il governo si lamenta: uno dei più facili e importanti business degli ultimi anni sta registrando perdite di oltre un miliardo di euro. Si tratta del comparto “giochi”. Nel primo semestre 2012, la raccolta è calata di circa 400 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2011. Diminuisce il numero di scommettitori, calano in proporzione le entrate che il Fisco riceve da ogni giocata.

Chi è causa del suo mal pianga sé stesso. Non c’è nulla di male nel fatto che gli italiani abbiano smesso di spendere i (già pochi) risparmi in biglietti del “gratta e vinci” o in lotterie di cui si fa anche fatica a ricordare i nomi. Più che altro vien da chiedersi perché, tra le tante imposte dirette, messe in piedi dal nuovo esecutivo, nessuno abbia pensato di applicare un aumento dei prelievi sulle vincite da lotterie. In questo modo, da un lato, parte di quella pressione fiscale che già pesa sugli italiani sarebbe gravata su chi ha denaro da spendere in giochi a premio. Dall’altro lato, lasciando più soldi in tasca dei cittadini questi avrebbero potuto continuare a scommettere, senza così intaccare le previsioni di entrata per il Fisco.

Viene, del resto, accolto molto più di buon grado un prelievo fatto in occasione di una vincita (“a caval donato non si guarda in bocca”) che all’atto di una “perdita” per il portafoglio, quale è l’acquisto di beni di consumo quotidiano come la benzina.

Evidentemente il Governo pensava di continuare gli affari senza fare i conti coi bisogni primari degli italiani. Bisogni che, ormai, sono ridotti allo stretto indispensabile. E questo lascia chiusi tutti gli altri rubinetti.

 


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI