Business | Articoli

APE: Bonus per le imprese che la facilitano

11 Ottobre 2016 | Autore:
APE: Bonus per le imprese che la facilitano

Un premio per le imprese che utilizzano l’APE per il turnover: ecco i piani del governo per la stabilità 2017.

Nella legge di stabilità che è in via di approvazione per il prossimo sabato ci sarà anche un premio fiscale per le aziende che intendono utilizzare l’Anticipo Pensionistico, il cosiddetto APE per favorire il turnover e il ricambio generazionale.

Si prevede inoltre una facilitazione per queste aziende per ottenere i finanziamenti. Vediamo il dettaglio delle dichiarazioni del governo.

APE: premi fiscali e facilitazioni alle imprese

Il primo intervento dedicato alle aziende che usano l’APE, intervento che dovrebbe essere incluso nella legge di stabilità 2017, riguarda la possibilità di effettuare una detrazione fiscale sulle facilitazioni che l’impresa potrà dare al dipendente perchè esca con anticipo dal mercato del lavoro.

Se difatti si prevede che il costo dell’assegno sia annullato per i casi di rilevanza “sociale” (leggi APE agevolata: chi può usufruirne?). Si prevede una detrazione fiscale degli aiuti offerti dalle imprese, perchè il costo dell’uscita del dipendente sia in parte ammortizzato.

Non si sbottona il governo sul valore di questa agevolazione, valore dal quale, evidentemente, dipenderà il successo della proposta.

L’idea è rendere questa misura più appetibile rispetto all’utilizzo dell’articolo 4 della legge Fornero, ovvero l’esodo (può interessare i lavoratori che raggiungono l’età di pensionamento nei quattro anni successivi). Tanto per cominciare perchè l’APE sarebbe utilizzabile da tutte le imprese, mentre l’esodo può essere usato soprattutto da grandi aziende perché riservato alle imprese con almeno 15 dipendenti e piuttosto oneroso. L’esodo, inoltre, è subordinato a un accordo sindacale (mentre l’Ape è una scelta volontaria).

APE: quanto costa al lavoratore e alle aziende? 

Per sapere quanto costerebbe l’APE, ti consigliamo il nostro approfondimento Quanto costa l’APE al lavoratore? E quanto alle aziende?

Esodo o APE? Differenze per le imprese

In base alla legge Fornero, il datore di lavoro si impegna a corrispondere al lavoratore una prestazione pari all’importo della pensione, oltre ai contributi fino all’età dell’effettivo pensionamento. Nel caso dell’Ape invece “Il datore di lavoro può sostenere i costi dell’Ape attraverso un versamento all’Inps di una contribuzione correlata alla retribuzione percepita prima della cessazione del rapporto di lavoro, in presenza di accordi collettivi anche attraverso appositi fondi bilaterali in essere o appositamente creati, in modo da produrre un aumento della pensione tale da compensare gli oneri relativi alla concessione dell’Ape“, questo almeno quanto anticipato da Poletti. Vi terremo presto aggiornati sugli sviluppi.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube