Business | Articoli

Ecco Workplace: Facebook pensa alle aziende

12 Ottobre 2016
Ecco Workplace: Facebook pensa alle aziende

Facebook at Work: Workplace sarà lanciato entro questo mese, ecco a chi è rivolto e a cosa serve il facebook aziendale.

Sin dalla nascita di Facebook si è dibattuto sull’importanza di avere una pagina Facebook per le aziende e sull’approccio da avere on i dipendenti che usano i social durante l’orario di lavoro. Oggi Facebook sta per lanciare un social network che è dedicato al mondo delle aziende e che di fatto si pone come strumento di lavoro collaborativo e di condivisione delle informazioni. Non più dunque – o meglio non solo – una pagina aziendale, ma piuttosto un social network aziendale.

A cosa serve Facebook Workplace?

La funzione di workplace è stato da ultimo spiegato in un’intervista da Julien Codorniou, capo dell’azienda.

L’obiettivo dello strumento sarebbe quello di connettere tutti in qualsiasi posto di lavoro, da professionisti che lavorano dietro ad una scrivania a dipendenti che non hanno email o computer. O anche baristi, volontari degli enti di beneficenza che lavorano sul campo, commessi o operai.

Cosa offre Workplace?

In workplace saranno disponibili le chat di gruppo, le video-chiamate, i video live-streaming e anche il News Feed.
Differente è la grafica: uno sfondo grigio e non blu, tanto per cominciare, ma molto simile l’approccio dell’utente, l’algoritmo che guiderà Workplace sarà il medesimo di Facebook, saranno dunque visibili gli aggiornamenti più rilevanti, gli utenti possono creare profili e vedere gli aggiornamenti dei loro colleghi nel News Feed.

Ma allora cosa cambia? cambia il fatto che questo strumento è specifico per ogni azienda, come se ciascuna azienda avesse il proprio social personalizzato.

Per esser chiari: il funzionamento di base di Workplace è praticamente identico a quello di Facebook, ma l’accesso è limitato alle persone che lavorano in un’azienda.
Si possono trasmettere video in diretta, partecipare a videoconferenze, caricare immagini, scriversi in chat di gruppo, condividere documenti e file di vario tipo, semplificando attività che spesso sono ancora affidate alle tradizionali email.

Facebook at Work o Workplace?

La risposta alla domanda “Qual è la differenza tra Facebook at Work e Workplace?” è molto semplice: sono la stessa cosa, Workplace prima dell’annuncio di lancio ufficiale si chiamava Facebook at Work.

Per la precisione l’iniziativa era stata avviata tra la fine del 2014 e i primi mesi del 2015 con il nome appunto di “Facebook at Work”, ma il nome è stato poi cambiato in “Workplace” per differenziare meglio il prodotto dal resto dei servizi offerti da Facebook.

Quanto costa Workplace?

Chi offre servizi di questo tipo (Slack è il servizio più conosciuto tra questi) generalmente chiede all’azienda di pagare per ogni account attivato, con cifre inversamente proporzionali al numero di account totali. Slack, per esempio, di base chiede tra gli 8 e i 15 dollari a seconda delle opzioni che si attivano.

Workplace avrà un approccio differente: l’azienda non paga per tutti gli account per apre, ma solo per quelli che sono attivi almeno una volta al mese. Ogni utente attivo al mese costa 3 dollari fino a 1.000 utenti, poi si passa a 2 dollari fino a 10mila utenti e infine a 1 dollaro dopo quel limite.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube