Business | Articoli

Pensioni: APE a costo zero, ultimi nodi da sciogliere

14 Ottobre 2016
Pensioni: APE a costo zero, ultimi nodi da sciogliere

Chi avrà diritto alla pensione anticipata a costo zero? Gli ultimi nodi riguardano i lavori usuranti e il tetto del reddito. Ecco i dettagli.

Nella Legge di Stabilità che dovrebbe essere vagliata domani, sabato 15 ottobre, è ormai certo che ci sarà una manovra rilevante per favorire l’uscita anticipata dal mondo del lavoro.

Abbiamo detto della possibilità di usufruire dell’APE “social” a costo zero, per alcune tipologie di lavoratori, in particolare per i disoccupati di lungo corso con Naspi scaduta, ai lavoratori in condizione di salute precaria o, ancora, con carichi familiari appesantiti dalla presenza di un convivente disabile. Ulteriori dettagli sono ancora attesi rispetto al tetto delle pensioni che potranno essere interessate da tale agevolazione e sulle categorie di lavori “faticosi” o “gravosi” che potrebbero essere ricomprese nel gruppo dei beneficiari della misura di sostegno.

Vediamo quali sono le ipotesi al vaglio.

Come funziona l’APE agevolata

Per conoscere i dettagli relativi all’APE agevolata ti consigliamo il nostro approfondimento APE agevolata: chi può usufruirne?. Non tutti sanno inoltre che sarà possibile che anche le aziende che facilitano l’APE abbiano un vantaggio da questa scelta. Per conoscere i dettagli ti consigliamo il nostro approfondimento APE: Bonus per le imprese che la facilitano.

Lavori gravosi e faticosi: chi rientra nell’APE agevolata?

Sono in attesa di una risposta i lavoratori dei settori della navigazione, edilizio e  del settore conciario, ma anche i macchinisti, le maestre d’asilo, gli infermieri di sala, assistenti di disabili, gli operai agricoli. Se queste categorie dovessero rientrare tra i beneficiari del trattamento pensionistico di favore, sarebbero in grado di andare in pensione in anticipo e a costo zero, visto che gli interessi del prestito ponte dovrebbero essere pagati direttamente dallo Stato.

Tetto alle pensioni: quali rientreranno nell’Ape Social?

Nelle pensioni beneficiarie di APE Social, ovvero dell’Anticipo Pensionistico agevolato, nel quale lo Stato paga i costi del finanziamento bancario necessario a garantire l’uscita anticipata, dovrebbero rientrare le pensioni pari a 2 volte l’importo minimo.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube