Diritto e Fisco | Articoli

Tfs e pensione anticipata, quando viene pagata la liquidazione?

16 Maggio 2019 | Autore:
Tfs e pensione anticipata, quando viene pagata la liquidazione?

Raggiungo la pensione anticipata a 65 anni di età, il mio Tfs ammonta a 120.000 euro: quando e come mi viene pagato?

Le norme sul Tfs sono cambiate di recente e prevedono il pagamento del trattamento, per i dipendenti pubblici, da un minimo di 105 giorni a un massimo di 24 mesi, con l’aggiunta di ulteriori 90 giorni.

Per chi percepisce la pensione con quota 100, il Tfs è liquidato nella data in cui l’interessato avrebbe percepito il trattamento a seguito della pensione di vecchiaia o anticipata ordinaria: in queste ipotesi, dunque, la liquidazione può avvenire anche dopo 60 mesi e 90 giorni.

Inoltre, il Tfs, se supera i 50mila euro, è erogato in più rate annuali. Grazie al recente decreto in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni, il Tfs può essere anticipato, però, sin dal momento del pensionamento, attraverso un prestito bancario a tasso agevolato, sino a un massimo di 45mila euro.

Ma nell’ipotesi di Tfs e pensione anticipata, quando viene pagata la liquidazione? La risposta dipende sia dalla tipologia di trattamento percepita (pensione anticipata ordinaria, pensione anticipata quota 100), sia dal raggiungimento dei limiti di servizio, sia dalla volontarietà o meno della cessazione dal servizio, che da ulteriori eventualità.

Ad ogni modo, grazie alle nuove previsioni normative, più tardi è pagata la liquidazione, più è detassata, sino a un massimo del 7,5%.

Ma procediamo per ordine e vediamo con quali tempistiche deve essere liquidato il trattamento, con particolare riguardo ai dipendenti statali che raggiungono la pensione anticipata.

Tfs: che cos’è e come si calcola

Il Tfs, trattamento di fine servizio, meglio noto come buonuscita, è, in pratica, la liquidazione spettante ai dipendenti pubblici assicurati presso l’ex Inpdap (ora gestiti dall’Inps), assunti a tempo indeterminato prima del 31 dicembre 2000.

A differenza del Tfr (il trattamento di fine rapporto, spettante alla generalità dei lavoratori dipendenti), che è pari al 6,91% dell’imponibile annuo, il Tfs è rapportato all’ultima retribuzione percepita dal dipendente: nel dettaglio, è pari a un dodicesimo dell’80% della retribuzione annuale lorda alla cessazione dal servizio, compresa la tredicesima, moltiplicata per il numero di anni utili.

Tra gli anni utili possono essere inclusi anche i periodi riscattati ai fini del servizio, compresi gli anni di laurea.

Per calcolare l’importo del Tfr spettante, è possibile reperire online, nel sito dell’Inps, il prospetto di liquidazione del Tfr.

Tfs a rate

Il Tfs, se supera i 50mila euro, non è erogato in un’unica soluzione, ma a rate:

  • in 2 rate annuali, se l’importo è entro i 100mila euro;
  • in 3 rate annuali, se si supera tale soglia.

Ad esempio, se il Tfs è pari a 120mila euro, le rate previste sono tre, in quanto l’importo lordo supera i 100mila euro; la prima rata sarà pari a 50mila euro lordi, così la seconda, mentre la terza rata sarà pari alla cifra rimanente, cioè a 25.300 euro lordi.

In merito alle tempistiche di pagamento, la seconda e la terza rata vengono erogate, rispettivamente, dopo 1 anno e 2 anni dalla liquidazione della prima rata, salvo il caso in cui non si richieda un anticipo tramite prestito bancario, pari a 45mila euro.

Tfs e pensione anticipata: pagamento

Ma quando viene pagata la prima rata del Tfs, se il dipendente pubblico raggiunge i requisiti per la pensione anticipata?

Nel caso della pensione anticipata, si ritiene che le tempistiche di pagamento siano pari a 12 mesi (più 90 giorni) nell’ipotesi in cui la cessazione dal servizio avvenga d’ufficio, o a 24 mesi (più 90 giorni) nel caso in cui avvenga volontariamente.

Se si percepisce la pensione anticipata con opzione quota 100, il Tfs è pagato nella data prevista per la liquidazione dello stesso, in caso di richiesta della pensione anticipata o di vecchiaia ordinaria.

Tfs e pensione anticipata: liquidazione del trattamento

Attualmente, in base alla normativa che regolamenta le tempistiche di erogazione del Tfs per i dipendenti pubblici, il trattamento deve essere riconosciuto:

  • dopo 12 mesi (più 90 giorni), in caso di conseguimento dei seguenti trattamenti:
    • pensione di vecchiaia;
    • pensione anticipata ordinaria (nel caso di raggiungimento dei limiti di servizio);
  • dopo 24 mesi (più 90 giorni), in caso di dimissioni volontarie senza diritto a pensione, o di dimissioni volontarie per raggiungimento dei requisiti della pensione anticipata.
  • per i beneficiari della Quota 100, a seconda della data prevista per la liquidazione della pensione di vecchiaia o anticipata ordinaria, si potrà arrivare anche a una liquidazione successiva ai 60 mesi e 90 giorni.

Anticipo del Tfs

Come funzionerà, invece, l’anticipo del Tfs? I dipendenti pubblici pensionati, a breve, potranno richiedere l’anticipo della liquidazione sino a un massimo di 45mila euro, a tasso agevolato. Perché la possibilità diventi operativa, dovrà essere stipulata un’apposita convenzione ed emanato un Dpcm.

In base a quanto disposto dalla norma, però, il prestito dovrebbe riguardare soltanto coloro che percepiscono la pensione anticipata ordinaria, la quota 100 e la pensione di vecchiaia. resterebbero fuori dal provvedimento i dipendenti beneficiari degli altri trattamenti di pensione, come opzione donna e la totalizzazione.


note

[1] Circ. Min. per la Semplificazione e la P.A. n. 2 del 19/02/2014.

[2] Inps Circ. n.154/2015.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

15 Commenti

  1. Mio marito in pensione dal 31/07/2016 ad oggi abbiamo sollecitato a Roma per il pagamento del tfr,ma la risposta è che loro sono nei tempi, quindi dobbiamo attendere altri 90giorni.grazie

  2. Sono andato in pensione il 31 ottobre 2017 con 42 anni e 10 mesi ho 63 anni compiuti , ancora purtroppo non mi hanno accreditato la prima quanto devo aspettare ancora e quanto tempo passera per la liquidazione? Ringrazio anticipatamente e attendo una risposta.

    1. Sono un insegnante, nato a Dicembre 54, sono andato in pensione il 1 Settembre 2017 con 42 e 10 mesi di insegnamento. Mi sapreste dire quando riceverò la buona uscita? Grazie anticipate

      1. dopo 24 mesi. prima rata di 50000 €
        dopo altri 12 mesi seconda rata di 50000€
        dopo altri 12 mesi la terza rata pari alla somma restante.

  3. sono una dipendente del pubblico impiego, la mia Amministrazione mi collocherà a riposo, senza che io faccia domanda, il 1° novembre 2018 con 41 anni e 10 mesi di contributi e 65 anni e 8 mesi di età, vorrei sapere se il TFS mi sarà pagato dopo 12 mesi.
    Grazie.

    1. sono andato in pensione il primo dicembre 2016 a seguito risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro (art.72,comma 11 D.L. n.112/2008, con 38 anni di anzianità contributiva presso Amministrazione comunale.
      Voglio sapere i tempi per la liquidazione del TFS.
      Grazie

  4. Vado in pensione il 01/03/2018 ho 64 anni di età?O lavorato 42 e 10 mesi? Quandoavrò la mia liquidazione?

  5. Salve, andrò in pensione dal 1/09/2018 per massima anzianità di servizio, 42 anni e 10 mesi, su mia domanda. Alla data avrò compiuto 62 anni e 11 mesi. Quando mi sarà liquidato il tfs che ammonta a circa 40,000?
    Grazie, Francesco

  6. Sono stato collocato a riposo con risoluzione unilaterale dal mio ente il 01/04/2016 con prefornero secondo disposizioni della legge Madia.Secondo quanto previsto dalla circolare 154/2015 ho compiuto i 42 e 10 mesi a settembre2017 quindi avrei dovuto percepire il tfs dopo 12 mesi dalla cessazione (01/04/2017).A oggi 07/08/2018 non ancora percepito alcun acconto.

    1. buongiorno sono andata in pensione d’ufficio il 1settembre 2017 dopo 41e 10 mesi ho lavorato nella scuola .Quando avro’ il TFS. Ad oggi non ho ricevuto niente

      1. Sono un’insegnante nata a luglio 54 andata in pensione il 1/9/2017 con 42 e 11 mesi. Quando riceverò la liquidazione ? Grazie

  7. Allo stato attuale, il TFS è corrisposto:

    in un’unica soluzione, se l’ammontare complessivo lordo è pari o inferiore a 50.000 euro
    in due rate annuali, se l’ammontare complessivo lordo è superiore a 50.000 euro e inferiore a 100.000 euro (in tal caso, la prima rata è pari a 50.000 euro e la seconda alla parte rimanente)
    in tre rate annuali, se l’ammontare complessivo lordo è superiore a 100.000 euro. In tal caso, la prima e la seconda rata sono pari a 50.000 euro e la terza è pari alla quota rimanente. La seconda e la terza somma sono pagate rispettivamente dopo 12 e 24 mesi dalla decorrenza del diritto al pagamento della prima
    I termini di pagamento sono poi differenti a seconda delle cause di cessazione del rapporto di lavoro. Il pagamento deve avvenire:

    entro 105 giorni in caso di cessazione dal servizio per inabilità o per decesso (termine breve);
    entro 12 mesi + 90 giorni per cessazioni del rapporto di lavoro avvenute per raggiungimento dei limiti di età o di servizio (ad esempio, al termine del contratto a tempo determinato);
    entro 24 mesi + 90 giorni dalla cessazione per tutti gli altri casi (dimissioni volontarie con o senza diritto a pensione, licenziamento, destituzione dall’impiego ecc.).
    Grazie al DL 4/2019, appena convertito in legge, si può chiedere un anticipo del TFS sino a 45mila euro, e si fruisce di una detassazione delle somme

  8. Buongiorno a tutti, sono figlio unico orfano di madre deceduta il 17 gennaio (mio padre, suo marito, era deceduto 12 anni fa). Stando a questi conti dovei avere avuto i soldi del TFS entro il 2 maggio, cosa non ancora avvenuta (ho fatto la domanda tramite l’ufficio della motorizzazione civile in cui lavorava mia madre, assunta da prima del 2000, 29 anni di servizio). Cosa occorre fare in questi casi?

  9. sono un ex dipendente pubblico del comparto sanità.il 1/04/2018 dopo aver raggiunro il limite di 43 anni di contribuzione e 63 anni di età,su richiesta volontaria vado in quiescenza.vorrei sapere quando mi verrà liquidato il TFS e in quante rate,sapendo che il limite entro la quale doveva essere pagato è di 24 + 3 mesi.Grazie.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube