Diritto e Fisco | Articoli

Canone Rai 2017, termine per la dichiarazione di non possesso tv

5 dicembre 2016


Canone Rai 2017, termine per la dichiarazione di non possesso tv

> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 dicembre 2016



Canone tv 2017 e autocertificazione: c’è tempo fino al 31 gennaio per presentare la dichiarazione di non detenzione dell’apparecchio televisivo ma è preferibile anticipare i tempi.

Canone Rai: l’Agenzia delle entrate ha appena diramato una comunicazione in cui informa i contribuenti sui tempi di comunicazione dell’autocertificazione di non possesso della televisione (o meglio «non detenzione»).

I cittadini che non posseggono una televisione in casa hanno tempo fino al 31 gennaio 2017 per comunicarlo all’Agenzia delle Entrate, presentando il modello di dichiarazione sostitutiva disponibile online per il caso di non detenzione dell’apparecchio.

Tuttavia, visto che la prima rata per il canone tv dell’anno 2017 scatta già a partire dal prossimo gennaio, per evitare il primo addebito e di dover richiedere il rimborso, è preferibile presentare la dichiarazione sostitutiva in via telematica entro la fine di dicembre (o entro il 20 dicembre se viene presentata per posta).

 

Come presentare la domanda per non pagare il canone Rai 2017

Il modello di dichiarazione sostitutiva è disponibile sui siti internet dell’Agenzia delle Entrate, www.agenziaentrate.it e della Rai www.canone.rai.it e va presentato direttamente dal contribuente o dall’erede tramite un’applicazione web, disponibile sul sito internet delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall’Agenzia, oppure tramite gli intermediari abilitati (Caf e professionisti). Nei casi in cui non sia possibile l’invio telematico, è prevista la presentazione del modello, insieme a un valido documento di riconoscimento, tramite servizio postale in plico raccomandato senza busta all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

La dichiarazione sostitutiva può essere firmata digitalmente e presentata anche tramite posta elettronica certificata all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it.

Il modello di non detenzione ha validità annuale, e quindi va presentato ogni anno se ne ricorrono i presupposti. Per ulteriori informazioni è possibile consultare la specifica sezione dedicata al canone tv sui siti internet dell’Agenzia delle Entrate e della Rai.

La dichiarazione di non detenzione – La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto, da quest’anno, la presunzione di detenzione dell’apparecchio tv nel caso in cui esista un’utenza elettrica nel luogo in cui una persona abbia la propria residenza anagrafica e ha previsto che, per i titolari di una utenza elettrica di tipo residenziale, il pagamento del canone tv per uso privato avvenga mediante addebito sulla bolletta elettrica, in 10 rate mensili, da gennaio a ottobre di ogni anno.

Per superare questa presunzione ed evitare quindi l’addebito in fattura, i cittadini che non possiedono l’apparecchio televisivo devono presentare una dichiarazione sostitutiva all’Agenzia delle Entrate, con cui dichiarano che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica è detenuto un apparecchio tv (da parte del dichiarante stesso o di altro componente della famiglia anagrafica).

Si tratta di una dichiarazione sostitutiva che se non veritiera comporta delle sanzioni anche penali (articoli 75 e 76 del DPR n.445/2000).

E’ preferibile anticipare la presentazione

La dichiarazione sostitutiva ha validità per l’anno in cui è stata presentata: tuttavia, poiché l’addebito della prima rata di canone tv partirà già dal mese di gennaio 2017, è consigliabile presentare la dichiarazione di non detenzione entro il mese di dicembre (entro fine mese per la presentazione telematica, entro il 20 dicembre per la presentazione tramite posta) per essere sicuri di evitare eventuali addebiti in bolletta e di dover presentare, successivamente, un’istanza di rimborso.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

10 Commenti

  1. Io ho fatto tutto online proprio ieri sul portale letterasenzabusta.com comodamente seduto nel divano con assistenza in chat per non sbagliare a compilarla

    1. x Guido Mascheroni
      ma hai pagato il servizio di Poste Italiane!!!
      Pensavi di essere stato intelligente forse?
      La dichiarazione si può fare online sul sito dell’agenzia entrate, molto più semplicemente e senza pagare rispetto a come hai fatto tu.

  2. Non ho e non ho mai avuto un televisore e credo che sia una VERGOGNA che la legge mi imponga di “ricordarmi” ogni anno di avvisare di un tanto la RAI per evitare di essere sottoposto ad un’esazione indebita. Ci sono già tante cose più serie alle quali badare.

    1. Sono perfettamente d’accordo: quest’anno non ho presentato la dichiarazione di non possesso avendola presentata l’anno scorso e sono ancora convinto che, anche da un punto di vista legale, non ci sia alcuna base per presumere una variazione “in positivo” (cioè un nuovo fatto in più) rispetto ad una dichiarazione. Ho forse bisogno di avvertire ogni anno l’anagrafe del fatto che non ho cambiato casa? L’onere qui è indebitamente rovesciato. Appunto, una presunzione.

      1. io mi sono dimenticato di presentare la dichiarazione per il 2017 e non pago comunque la rata nella bolletta. In quali sanzioni potrei incorrere? che tipo di tutela potrei attuare in seguito ad un eventuale avviso o nota?

  3. Presunzione di possesso!!!! una sciocchezza che solo in Italia potevano inventarsi. Sarei quasi tentato di inviargli qualche centinaio di email con la dichiarazione di non possesso. visto che “presumo” che questi signori non capiscono nulla.

  4. Come hai fatto a spedire da letterasenzabusta.com se si possono spedire massimo 3 pagine? se invii il documento diventano 4. quanto hai pagato?

  5. Scusate ….non sono un avvocato …. ma se non ho apparato televisivo e non pago (lo scorso anno avevo dichiarato di non avere tv) per che cosa mi denunciano penalmente ….. per non aver fatto la dichiarazione?
    Ma come si fa a sopporttoare questi dotti burocrati ?

    1. @Riccardo Non è che puoi non pagare. Te lo addebitano coll’elettricità senza che tu possa pagare solo la bolletta. Se non paghi ti contestano la morosità per la bolletta. Se paghi hai pagato anche il canone e devi poi stare ai loro comodi e sperare che te lo ridiano indietro (presumibilmente senza apprezzabili interessi e in tempi notevoli). Presuntuosi.

  6. Parlare di politica mi fa schifo ma sono costretto a ricordare che tutto questo è frutto di un furbetto ipocrita che risponde al nome di Renzi Matteo, sta affondando anche per questo motivo. Questa falsa democrazia ci schiaccia e ci opprime sempre più e fa crescere questo senso di impotenza. Siamo soli e maltrattati,lo stato non ci ama ma ci spreme “democraticamente “.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI