Diritto e Fisco | Articoli

Chi paga le tasse se nella casa vive il coniuge superstite?

5 Dicembre 2016
Chi paga le tasse se nella casa vive il coniuge superstite?

Erede nudo proprietario o coniuge vedovo che continua a vivere all’interno dell’abitazione di proprietà del defunto: chi deve pagare le imposte sulla casa?

Se il proprietario di una casa muore e lascia, oltre ai figli, anche la moglie e quest’ultima continua a vivere dentro l’appartamento – avendo, in qualità di coniuge superstite, il diritto di abitazione – chi paga, tra questi soggetti, le tasse sulla casa? Un problema, questo, che si ripropone annualmente al momento del saldo delle imposte sul mattone previste dalla legge. Prima di dare la risposta procediamo con ordine.

Il diritto di abitazione: cos’è?

Il codice civile stabilisce [1] che, in caso di decesso di una persona sposata, il coniuge superstite ha il diritto di continuare ad abitare nella casa adibita a residenza familiare e di usare i relativi mobili di arredo. Questo diritto si acquisisce automaticamente e resiste anche in presenza di altri eredi e, addirittura, anche se il coniuge superstite dovesse rinunciare all’eredità. Quindi, in termini pratici, la nuda proprietà dell’immobile passa agli eredi, ma questi non possono obbligare il genitore superstite (ad esempio la madre) ad andarsene dall’appartamento, potendovi invece restare fino all’ultimo dei propri giorni. È quello che si chiama diritto di abitazione e che è molto simile a un usufrutto.

Chi paga le imposte sulla casa?

Da un lato, quindi, abbiamo gli eredi che sono nudi proprietari della casa – e, tra questi, potrebbe anche esservi lo stesso coniuge superstite, per la propria quota di eredità, salvo vi abbia rinunciato – e dall’altro lato abbiamo il coniuge rimasto in vita che ha il diritto di abitare la predetta casa.

Chi di questi soggetti deve pagare le imposte sulla casa?

Tenuto a versare le imposte sulla casa è il coniuge superstite (non i figli); ma, essendo per questi tale immobile l’abitazione principale, su tale casa non pagherà alcuna imposta. Dunque, in questo caso, nessuno dovrà pagare alcunché.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube