Business | Articoli

Alcol-test a sorpresa sul luogo di lavoro

24 Ottobre 2016
Alcol-test a sorpresa sul luogo di lavoro

Il divieto di bere per alcuni lavori potrebbe portare al licenziamento anche con un bicchiere di vino a pranzo. 

Alla conferenza Stato Regioni arriva un regolamento destinato a suscitare polemiche dure da entrambi i lati, si a da parte di chi vorrebbe misure più severe, sia da parte di chi ritenendo inadeguate le procedure di controllo, considera non corretta la scelta di permettere un controllo improvviso attraverso alcol-test. Vediamo di cosa si tratta.

Cos’è il regolamento sui controlli a sorpresa per alcol e droghe sul lavoro

Il regolamento in via di approvazione nella conferenza Stato Regioni, punta a rendere omogenei a livello nazionale i criteri già adoperati da molte regioni, in base ai quali è possibile prevedere dei controlli sul posto di lavoro per verificare l’uso e l’abuso di alcol e droghe.

Il tema è particolarmente caldo con riferimento ai lavori pericolosi, in forza dei quali anche una variazione minima delle proprie capacità operative potrebbe portare ad un pericolo non solo per sé ma anche per gli altri.

Qual è il limite alcolemico per chi fa lavori a rischio?

Chi fa lavori a rischio può ricevere controlli a sorpresa da parte del suo datore di lavoro.

Il test verrà effettuato subito prima dell’inizio del turno. E se il livello di sostanza nel suo sangue è di 0,3 grammi/litro o superiore è costretto a tornarsene a casa. Si tratta di una misura abbastanza stringente – se si pensa che il limite alla guida è di 0,5 – tuttavia c’è chi ancora lamenta una necessità di maggiore severità, dello 0,1, misura già adottata in molte regioni, perchè “Già con 0,2, in base a tutte le tabelle ministeriali, ci sono delle alterazioni della performance psicofisica – sottolinea Gianni Testino, presidente della Società Italiana di Alcologia – L’alcol a quel livello tra l’altro riduce la percezione del rischio. Allora la domanda che dobbiamo porre è: volete che il chirurgo entri in sala per un vostro caro con lo 0,2? Vi andrebbe sapere che ha quel valore di alcol nel sangue il pilota del vostro aereo?”

Quali sono i lavori pericolosi sottoposti a controllo?

Sono sottoponibili a controlli a sorpresa i seguenti lavoratori:

  • coloro che lavorano a contatto con gas tossici;
  • chi fabbrica fuochi di artificio;
  • chirurghi e altro personale sanitario;
  • chi ha in dotazione armi (quindi tutte le forze di polizia, ma anche i militari e le guardie giurate);
  • autisti di veicoli per il trasporto di merci pericolose;
  • il personale ferroviario e gli addetti alla circolazione di treni e mezzi pubblici vari;
  • i controllori di volo e il personale aeronautico di volo;
  • minatori.

La lista non è esaustiva perchè il regolamento è ancora in via di sviluppo, tuttavia pare siano anche a rischio gli operai dei cantieri edili che lavorano ad un’altezza superiore a due metri. Nella lista anche i minatori.

Controlli a sorpresa anche per la droga

Mentre sull’alcol si cambia il livello di tolleranza, almeno stando ai primi orientamenti che emergono dal processo di approvazione del regolamento, per la droga e i controlli a sorpresa relativi, non ci sono variazioni. Il divieto è assoluto, ma a cambiare è la metodologia di analisi.

Anziché effettuare difatti le verifiche attraverso il campione delle urine, sarà obbligatorio effettuarli attraverso campioni di saliva, di modo che il test venga effettuato davanti al controllore.

I test dovranno essere eseguiti con cadenza regolare, benché a sorpresa, sarà dunque necessario garantire una certa periodicità nel controllo.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Buongiorno,
    Vorrei far notare che il limite alla guida e’ 0,5 e non 0,8 come indicato nell’articolo.

    1. Grazie Alessandro,
      abbiamo aggiornato l’errore di battitura, continui a seguirci con questa attenzione.
      La redazione LLpT Business.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube