Business | Articoli

Bonus bebè 2016: senza ISEE 2016 si stoppa l’incentivo

24 Ottobre 2016
Bonus bebè 2016: senza ISEE 2016 si stoppa l’incentivo

L’INPS rileva un’anomalia nelle comunicazioni, molti genitori ancora non hanno fatto l’ISEE 2016, ecco come fare per non perdere l’incentivo.

L’ultima comunicazione INPS [1] è particolarmente rilevante per tutti i genitori che avendo chiesto il bonus bebè nel 2015 non hanno ancora nel 2016 provveduto ad aggiornare la propria dichiarazione sostitutiva unica (DSU) e a richiedere un ISEE corrente.

In assenza di tale documentazione l’INPS comunica che sarà impossibilitata a calcolare l’importo dell’incentivo (o se l’incentivo continua a spettare alla famiglia) e di conseguenza si vedrà costretta a sospendere l’erogazione. Ecco i dettagli.

Bonus bebè: i requisiti vanno confermati

Quando viene richiesto il bonus bebè lo si fa in base al possesso di alcuni requisiti reddituali che risultano dall’ISEE.

Per sapere cos’è l’ISEE – che potrebbe aver gestito per voi il vostro commercialista o il vostro CAF di riferimento – vi consigliamo di controllare il nostro approfondimento ISEE: cos’è, come funziona, come richiederlo. La guida completa.

Per sapere tutti i requisiti che erano necessari alla richiesta del bonus bebè ti consigliamo invece di controllare il nostro articolo Come richiedere il Bonus Bebè? Ecco la guida completa.

Qualora aveste fatto richiesta del bonus bebè nel 2015, allora dovreste riconfermare il possesso dei requisiti reddituali, o meglio la vostra Situazione Economica Equivalente, attraverso una DSU aggiornata, per la richiesta di un nuovo ISEE o, nel caso in cui la vostra situazione reddituale sia ulteriormente cambiata in corso del 2016 attraverso un ISEE corrente, ecco come fare nel nostro approfondimento Isee corrente 2016: una guida pratica.

Bonus bebè: stop al beneficio senza comunicazioni all’INPS

Nella sua comunicazione l’INPS sottolinea che in assenza di una specifica DSU per l’anno 2016, il beneficio non potrà essere calcolato e dunque l’erogazione dello stesso (che lo ricordiamo ammonta a 960 euro annue) dovrà essere sospesa.
L’avviso è stato emesso dopo che da una verifica nella procedura di gestione delle domande di assegno, è risultato che molti utenti, che hanno presentato domanda di assegno nel corso del 2015, non hanno ancora provveduto per l’anno in corso alla presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), utile al rilascio dell’ISEE per l’anno 2016.

La dichiarazione sostituiva dovrà essere richiesta entro il prossimo 31 dicembre 2016.

Cosa succede se non presenti la DSU 2016?

Se non si presenta la DSU per il 2016, si incorrerà non solo nella perdita delle mensilità per l’anno 2016 ma anche la decadenza della domanda di assegno presentata a suo tempo nell’anno 2015. “Al verificarsi di questa eventualità l’utente che abbia i requisiti di legge per accedere al beneficio in questione potrà presentare una nuova domanda di assegno nel 2017 ma le mensilità spetteranno a partire dal mese di presentazione della nuova domanda senza possibilità di recuperare le mensilità dell’anno 2016“.

Si perchè nella legge di stabilità 2017, o meglio nella legge di stabilità ancora in via di approvazione, il bonus bebè è stato confermato, e si attendono ulteriori incrementi in termini di tempi e di importi, per approfondire i quali ti consigliamo di leggere Bonus bebé: doppio nel 2017, tutte le novità.


note

[1] INPS, comunicazione n. 4255/2016.

Autore Immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube