Business | Articoli

Svizzera: nascondere i soldi non sarà più possibile

27 Ottobre 2016
Svizzera: nascondere i soldi non sarà più possibile

L’Italia conclude l’accordo, ecco come cambia il controllo dei capitali in Svizzera. 

Il protocollo con il quale si modifica la convenzione tra Italia e Svizzera in merito allo scambio di informazioni per l’assistenza al recupero crediti entra nella sua fase attuativa.

L’elenco dei Paesi dai quali l’Italia può dunque ottenere informazioni si allunga, con un partner che da tempo è il prediletto per coloro i quali tentano di nascondere al Fisco i propri guadagni.

Aggiornato l’elenco degli stati con cui si scambiano informazioni

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato solo ieri l’elenco, ma il protocollo era entrato in vigore nello scorso luglio.

Questo elimina “ufficialmente” la Svizzera dalla lista degli Stati in cui è conveniente riporre i propri risparmi.

Per altro verso, alcuni provvedimenti degli ultimi mesi hanno paradossalmente reso più facile questo processo (che ricordiamolo non necessariamente è illecito).

Per conoscere i dettagli relativi all’imposizione derivante dall’investimento in paradisi fiscali, ti consigliamo il nostro approfondimento Stop alla Black List: i paradisi fiscali sono sdoganati.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube