Diritto e Fisco | Articoli

Cosa sono le strutture per lungodegenza?

6 Gennaio 2017 | Autore:
Cosa sono le strutture per lungodegenza?

La lungodegenza medica è un servizio ospedaliero destinato ad accogliere determinate categorie di pazienti. Vediamo in cosa consiste e come funziona.

 

 

Strutture per lungodegenza: cosa sono?

Le strutture per lungodegenza sono strutture residenziali: nel dettaglio, la lungodegenza medica è un servizio ospedaliero destinato ad accogliere anziani, generalmente non autosufficienti, affetti da patologie tali da risentire scarsamente dei trattamenti riabilitativi finalizzati alla ripresa dell’autonomia, ma che necessitano sia di assistenza che di trattamenti fisioterapici, incentrati o ad ottenere un certo miglioramento della condizione di malattia o ad impedirne il peggioramento. Quindi, le unità di lungodegenza sono riservate a quei pazienti che, conclusa la fase acuta del ricovero, necessitano di un prolungamento dell’intervento assistenziale ospedaliero dato che presentano una situazione funzionale compromessa (da cui ha origine una riduzione delle condizioni di autosufficienza psico-fisica):

  • quadro clinico ancora instabile, non compatibile con il rientro a casa o, ad esempio, in una casa di riposo;
  • buon quadro clinico, ma persistenza di una riduzione dell’autosufficienza, recuperabile, almeno parzialmente, con un intervento di riabilitazione estensiva (generalmente non superiore ai 30 giorni);
  • buon quadro clinico e limitazione dell’autosufficienza con conseguente esigenza di assistenza continuativa di tipo infermieristico e di eventuali trattamenti riabilitativi di tipo estensivo finalizzati al mantenimento dei livelli di autonomia residui, in attesa di assegnazione ad altre forme di assistenza extraospedaliera;
  • malati terminali.

Nell’ambito di queste strutture vengono assicurati trattamenti sanitari di alta specializzazione medica, infermieristica e riabilitativa, con sorveglianza 24 ore su 24.

Strutture per lungodegenza: come si accede?

Le modalità di accesso in tali strutture sono diverse:

  1. domanda al Distretto Sanitario, visita domiciliare, inserimento in liste d’attesa;
  2. per iniziativa dell’ospedale al momento delle dimissioni (si parla, in questo caso, di passaggio diretto senza lista d’attesa);
  3. passaggio diretto dall’ospedale previa domanda al Distretto (senza liste d’attesa).

Strutture per lungodegenza: sono a pagamento?

Il servizio di lungodegenza prestato dalla struttura pubblica è a carico del Servizio Sanitario Nazionale: tuttavia, anche se la struttura è accreditata, il paziente potrebbe essere chiamato a versare una quota aggiuntiva per poter godere di una stanza singola con bagno incluso e del servizio alberghiero o del servizio lavanderia. Tutti i servizi sanitari (farmaci, visite specialistiche, ecc…), invece, sono forniti gratuitamente.

Strutture per lungodegenza: si può uscire quando si vuole?

In base a norme regionali si possono ottenere permessi di uscita. L’uscita senza permesso e il mancato rientro comportano la perdita del posto, che può essere assegnato ad altri.

Strutture per lungodegenza: si può tornare in ospedale?

Una volta ricoverati in queste strutture si può comunque tornare in ospedale tramite trasferimento diretto se si verificano episodi acuti della patologia. In casi di questo genere, la perdita del posto in lungodegenza è automatica e occorre avviare una nuova eventuale procedura di accesso.

L’assegno di accompagnamento nel periodo di lungodegenza è sospeso.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Grazie di Cuore,
    Credevo che queste cliniche di lungavegenza erono soltanto per persone anziane, che le avrebbero accompagnate fino alla fine dei loro giorni.
    Ma ora ho capito che invece sono della strutture collegata con gli Ospedali che seguono i pazienti non autosufficenti di qualsiasi patologia h 24.
    Con il dovere di farli riprendere il prima possibile per tornare a condurre una vita autosufficente.
    Che dire! allora gli Angeli esistono!
    Grazie Grazie Grazie.

  2. Grazie di Cuore,
    Credevo che queste cliniche di lungadegenza erano solotanto dei posti dove accompagnavano le persone anziane fino alla fine dei loro giorni.
    Invece ora ho capito!
    Sono delle strutture collegate con gli ospedali, che assistono i pazienti H24 non autosufficenti.
    E il loro incarico e quello di far si, che i pazienti riprendono una vita normale.
    Gli angeli esistono anche in veste umane.
    Grazie Grazie Grazie

Rispondi a Anonimo Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube