Diritto e Fisco | Articoli

Scoppio di un pneumatico e colpa del conducente

23 Agosto 2012
Scoppio di un pneumatico e colpa del conducente

 Responsabilità del conducente se lo scoppio dello pneumatico è dovuto a sua colpa.

In materia di circolazione stradale, lo scoppio di un pneumatico normalmente è un evento fortuito e non prevedibile che, come tale, esclude qualsiasi responsabilità del conducente per i danni provocati dal conseguente sbandamento della vettura.

Tuttavia, non è sempre così. Possono esservi ipotesi, infatti, in cui tale circostanza sia riconducibile a colpa del proprietario dell’auto e quindi lo assoggettino a una responsabilità personale.

È il caso, per esempio, di uso improprio del veicolo su un fondo stradale non adeguato; o il caso di usura del copertone (non tenuto sotto controllo); o ancora, quando lo scoppio sia dovuto alla temperatura particolarmente elevata o alla velocità, in relazione alle caratteristiche generali e particolari, del veicolo.

In questi casi, il conducente è responsabile a titolo di colpa per i danni provocati, anche se a pagare sarà pur sempre l’assicurazione [1].

 


note

[1] Cass. sent. n. 14068 del 11.06.2010.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube