Diritto e Fisco | Articoli

Mancata comunicazione al condomino dell’assemblea

16 Agosto 2012


Mancata comunicazione al condomino dell’assemblea

> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 Agosto 2012



Entro quando si può impugnare la delibera assembleare emessa in assenza del condomino perchè non convocato?

Nel caso in cui l’amministratore non abbia comunicato a uno o più condomini l’avviso di convocazione dell’assemblea, la delibera condominiale può essere impugnata solo entro trenta giorni dal ricevimento del verbale di assemblea. Scaduto tale termine, la delibera si considera valida, nonostante l’assenza di qualsiasi comunicazione nei confronti del condomino escluso.

La Cassazione [1], infatti, ha stabilito che, in questi casi, la delibera non è “nulla” (nel qual caso si sarebbe potuto impugnare il vizio, davanti al tribunale, in qualsiasi momento), bensì “annullabile”: il che la rende sanabile decorso il termine di trenta giorni suddetto, senza che nessuno la impugni.

Se tuttavia il condomino che non ha ricevuto la comunicazione è presente in assemblea si presume che eli ne abbia avuto comunque notizia; pertanto, col suo comportamento, sana l’eventuale irregolarità della convocazione.

È bene ricordare che la convocazione dell’assemblea non deve avvenire necessariamente con raccomandata. Per quanto riguarda infatti le modalità, rinviamo a questo precedente articolo.

 

 

note

[1] Cass. sez. un. sent. n. 4806 del 07.03.2005.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI