Diritto e Fisco | Articoli

Quando è possibile avere medicine senza ricetta medica?

22 gennaio 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 22 gennaio 2017



È possibile acquistare medicinali senza ricetta medica? E se si quando? Il farmacista ha obblighi particolari? Vediamolo in questo breve contributo.

 

 

Farmaci senza ricetta: quando?

Andare in farmacia per comprare un farmaco pur essendo sprovvisti di ricetta medica può essere una scelta poco conveniente: in un’ipotesi di tal genere, infatti, il farmacista può rifiutarsi di venderlo e ciò anche in caso di urgenza.

La regola di riferimento, infatti, è quella secondo cui è possibile vendere farmaci senza ricetta solo in casi “limite” indicati dalla legge. Se, non ci si trova in una di queste ipotesi negare la vendita del medicinale richiesto è perfettamente lecito e il farmacista fa bene a esigere la prescrizione del medico curante [1].

Solo in casi eccezionali, di estrema gravità e urgenza, il farmacista può consegnare medicinali con obbligo di prescrizione medica, in assenza di presentazione di ricetta. Ad esempio, se a farne richiesta sia un paziente con patologia cronica oppure se c’è necessità di non interrompere il trattamento terapeutico o di proseguire la terapia a seguito di dimissioni ospedaliere [2].

Ad ogni modo, il farmacista deve comunque conoscere lo stato di salute del paziente, o attraverso la consultazione di dati presenti nella farmacia (ad esempio, altre ricette per farmaci similari) o tramite quelli forniti dal cliente (come documentazione attestante la patologia, dismissione ospedaliera, ricette scadute) o direttamente (se conosce lo stato di salute e del trattamento).

Per particolari tipologie di farmaci, come i medicinali iniettabili, fatta eccezione per l’insulina e gli antibiotici monodose, vige l’obbligo di consegna senza ricetta solo in caso di dimissioni dall’ospedale (per chi volesse approfondire il tema, si può legge anche Ricovero ospedaliero: come, quando, perché).

note

[1] Cass. sent. n. 55134 del 29.12.2016.

[2] Min. Salute, decr. del 31.03.2008 in attuazione dell’art. 88, co. 2-bis, d.lgs. n. 219 del 24.04.2006 come modificato dal d.lgs. n. 274 del 29.12.2007.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI