Business | Articoli

Pensionati: chi prende la quattordicesima nel 2017?

2 Nov 2016


Pensionati: chi prende la quattordicesima nel 2017?

> Business Pubblicato il 2 Nov 2016



La legge di stabilità introduce la quattordicesima anche per altre fasce di pensionati. Ecco quali e a quanto ammonta.

La quattordicesima mensilità, sino ad oggi riconosciuta solo ad alcune categorie di pensionati [1]. La somma aggiuntiva, viene collegata a determinate condizioni reddituali personali dei pensionati con più di 64 ani di età, titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico dell’assicurazione generale obbligatoria gestite da enti pubblici di previdenza obbligatoria.

Il disegno di legge prevede due tipi di allargamento, uno relativo alla platea dei beneficiari, un secondo relativo all’importo della quattordicesima.

Ecco i dettagli.

Chi avrà la quattordicesima?

Rientrano nell’aumento della quattordicesima i titolari di uno o più trattamenti pensionistici diretti o indiretti, dunque:

  • pensione di vecchiaia,
  • pensione anticipata,
  • ex pensione di anzianità,
  • assegno ordinario di invalidità
  • pensione di inabilità,
  • pensione ai superstiti (c.d. di reversibilità).

Chi non rientra nell’aumento della quattordicesima?

Non rientrano nel provvedimento di aumento della quattordicesima i pensionati le cui pensioni sono erogate da enti di previdenza privati come Inpgi, Enasarco o le Casse di Previdenza dei Professionisti.

Quali sono i limiti di reddito per la quattordicesima?

Oltre ai titolari di un reddito individuale relativo all’anno stesso non superiore a una volta e mezzo il trattamento pensionistico minimo, anche coloro il cui reddito personale risulti compreso tra 1,5 e 2 volte quell’importo.

Nel calcolo vanno presi in considerazione:

  • i redditi assoggettabili all’Irpef;
  • quelli esenti da imposte e quelli soggetti a ritenuta alla fonte o a imposta sostitutiva (ivi compresi i redditi conseguiti all’estero o in Italia presso enti e organismi internazionali).

Non sono invece compresi:

  • trattamenti di famiglia,
  • trattamenti di fine rapporto comunque denominati
  • indennità di accompagnamento,
  • reddito della casa di abitazione,
  • competenze arretrate sottoposte a tassazione separata (come il TFR).

Come aumenta al quattordicesima?

Tutte le pensioni interessate dal provvedimento dovrebbero subire un aumento proporzionale nell’importo della quattordicesima. Tale aumento dovrebbe configurarsi come segue:

  • chi ha oltre 25 anni di contributi o 28 se lavoratore autonomo, dagli attuali 504 euro a 655 euro;
  • chi ha tra i 15 e i 25 anni di contributi, passerà da 420 euro a 546 euro annui;
  • chi ha meno di 15 anni di contri­buti, passerà dai 336 euro a 437 euro.

note

[1] DL 81/2007, art.5, c. da 1 a 4.

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI