Tech Posso controllare le attività di mio figlio sullo smartphone?

Tech Pubblicato il 9 gennaio 2017

Articolo di




> Tech | Cos'è Tech? Pubblicato il 9 gennaio 2017

Ecco le migliori app a disposizione di un genitore per controllare le attività di un figlio minorenne sullo smartphone.

Nonostante la loro tenera età sono sempre più i ragazzi, anche molto piccoli, cui viene regalato uno smartphone. Un genitore di solito regala a un figlio un telefonino così può sempre raggiungerlo ed essere più tranquillo, ma questi dispositivi danno anche al ragazzo un grande potere. Non solo li possono usare per telefonare, ma possono navigarci su qualsiasi sito, inviare messaggi a chiunque, scambiare immagini compromettenti e altro ancora.

Fortunatamente ci sono una serie di applicazioni che consentono a un genitore di tracciare le attività che il ragazzo svolge sul telefonino, come i messaggi scambiati, le chiamate effettuate, i posti in cui è andato e così via. La maggior parte di queste app sono a pagamento e per per usarle occorre sottoscrivere un piano di abbonamento annuale. Va ricordato che inoltre che in Italia esiste sui figli minori il diritto di correzione e di controllo: un genitore quindi può monitorare le attività di un figlio minorenne ma ovviamente il tutto deve essere motivato e non può essere esercitato come mera curiosità. Per maggiori approfondimenti rimandiamo al seguente articolo sempre pubblicato su LLpT.

Tra le migliori app di monitoraggio per smartphone ci sono TheOneSpy (www.theonespy.com), FlexiSpy (www.flexispy.com/it/), mSpy (www.mspy.it) e Highster Mobile (www.highstermobi.com).

 

TheOneSpy, una volta installato sullo smartphone, consente di monitorare praticamente qualsiasi attività. Tutti i dati raccolti vengono poi criptati e inviati a un portale web da cui il genitore può controllarli. Può così leggere i messaggi di testo e le e-mail inviate e ricevute, ascoltare le registrazioni delle telefonate, visualizzare la cronologia dei siti web visitati e altro ancora. Può anche attivare il microfono e la fotocamera del dispositivo per controllare l’ambiente circostante. L’abbonamento parte da un costo base di 10 dollari al mese.

FlexiSpy è ancora più potente. Oltre a spiare messaggi e chiamate, è in grado di tracciare gli spostamenti col gps, le password e monitorare le attività su altre applicazioni. Costa però molto di più: il pacchetto Premium adatto al monitoraggio delle attività di un bambino parte da 68 dollari al mese.

mSpy, oltre ad essere compatibile sia con Android che con l’iPhone, è in grado di monitorare anche le attività su applicazioni come SnapChat e WhatsApp. I dati raccolti possono essere controllati da un portale Web cui è possibile accedere con un qualsiasi browser. Il pacchetto base, adatto al monitoraggio delle attività dei figli minorenni, parte da circa 20 euro al mese.

Highster Mobile, infine, è in grado di controllare anche ciò che si fa su altre applicazioni come Facebook, Instagram, Skype, WhatsApp e altre. Può essere installata sia su Android che sui dispositivi di Apple e ha la capacità di recuperare anche i messaggi cancellati. Il costo è di circa 30 dollari al mese.

Per chi invece non vuole spendere nulla, le alternative sono pochissime. Tra queste una delle migliori è sicuramente Phone Tracker, un’app gratuita per Android realizzata da Spy Phone Labs LLC e che consente di monitorare i dati di localizzazione GPS, il registro delle chiamate in entrata e in uscita, i messaggi in entrata e in uscita e la cronologia dei siti web visitati. I dati raccolti possono essere controllati andando sul sito PhoneTracker.com.

Per evitare un uso illecito dell’applicazione, e quindi impedire che possa essere utilizzata da qualcuno per spiare altre persone, non funziona completamente di nascosto come altre app, ma visualizza un’icone e a intervalli di 12 ore mostra un messaggio avvisando l’utente che le sue attività sono monitorate. Inoltre non è compatibile con tutti gli smartphone.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

13 Commenti

  1. Buongiorno ho letto con interesse il vostro articolo, sono arrivato a voi tramite una ricerca internet perchè tra le varie leggi quasi fumose e molto complicate da interpretare non riesco ancora a comprendere bene dove finisce la privacy del minore e inizia il mio dovere di genitore di controllare mio figlio minore da possibili pericoli derivanti dall’uso dei dispositivi connessi in rete, ma sono sempre più convinto che la sicurezza dei nostri figli parte, oltre che dalla nostra attenzione ai loro bisogni, anche ai limiti che dobbiamo per natura imporre per educarli nella maniera più corretta e civile e questo ci porta inevitabilmente a dover monitorare le loro attività.

    Io penso che nessuno al mondo debba dirmi comportarmi con mio figlio, se ho il dubbio su qualcosa che reputo dannoso IO LO CONTROLLO senza esitazione.

    Io ho la fortuna di essere un programmatore di software per Android e la sfortuna, tra virgolette, di avere due meravigliose figlie con il pensiero che mi ha attanaglia la mente quando non sono con me.
    Due anni fa ho iniziato il mio progetto di sviluppo di un’applicazione che mi permettesse di monitorare i miei figli attraverso lo smartphone, questo non vuol dire che sia diventato un padre assillante e ficcanaso, ma il pensiero di poter monitorare le chiamate, i messaggi, chat, ecc, mi tranquillizza un po perchè mi permette nel caso mi dovessi accorgere di qualcosa di diverso dal solito, di poter risalire a dei fatti che hanno potuto mettere in pericolo la loro sicurezza.

    Non voglio pubblicizzarmi, infatti non vi dirò il nome della mia app, ma visti i prezzi e le funzionalità descritte, posso affermare che con 10 € al mese la mia applicazione esegue tutte le funzioni di monitoraggio e anche di più in un unico pannello in tempo reale, compreso la lettura di tutto ciò che viene digitato sul telefono attraverso un Keylogger con il quale è possibile leggere chat, indirizzi internet dannosi, email, password, ecc, inoltre a differenza di altre app blasonate quali mspy, onSpy, Phone Tracker ecc, la mia non ha necessità di eseguire il ROOT del telefono cosa che invaliderebbe una eventuale garanzia.
    Oggi sono un padre quasi tranquillo e continuo sempre nel mio dovere di genitore e visti i risultati della mia App Android volevo informarvi che anche qui in ITALIA siamo in grado di fare ottimi applicazioni a costi bassi.

    Ciao a tutti

    1. Buongiorno Gianni, sarei interessata ad avere informazioni più dettagliate riguardo alla tua app.
      Grazie

    2. Buon giorno Sig. Gianni
      casualmente ho letto il suo commento a riguardo delle App per monitorare i figli, avendo una bimba di 12 anni sarei interessato a conoscere ed utilizzare la sua App.
      Cordiali saluti
      Claudio

    3. Buon giorno Sig. Gianni sono d’accordo con lei, anche io ho lo stesso problema.
      se posso avere informazioni della sua app,
      io abito in francia non so se la sua app mi funziona anche qua.

  2. Buon giorno quasi per caso sono finito in questo ottimo sito e leggendo i commenti, mi aggrego volentieri per conoscere l’App del Sig. Giovanni avendo pure io una figlia di 12 anni che vorrei appunto cercare di proteggere.

  3. Buongiorno sig. Gianni, se non ho capito male lei ha parlato di app per controllo su android…. e su iphone??

  4. salve
    anche io ho una figlia di 12 anni e vorrei sapere
    se c’ö la possibilitä tramite l’applicazione di sig. Gianni di controllare il telefono di mia figlia senza che lei se ne accorga !
    grazie
    Andrea

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI